Home / Breaking News / Ospedale Sibaritide, la Regione ammette le difficoltà

Ospedale Sibaritide, la Regione ammette le difficoltà

ospedale sibaritide

Foto del plastico

Realizzazione dei tre nuovi nosocomi (Vibo, Gioia Tauro e ospedale Sibaritide ), durante i lavori della commissione sanità, è stato ascoltato il delegato  del governatore Oliverio ai problemi della Sanità, Franco Pacenza. Che ha relazionato sullo stato di fatto del programma. Nonché sulle difficoltà burocratiche derivanti dalle condizioni del contraente Tecnis, società, in atto, sottoposta ad amministrazione controllata.
Sulla delicata questione, sono intervenuti a più riprese i consiglieri Nicolò, Cannizzaro, Esposito e Pasqua. Per rappresentare la preoccupazione della Commissione circa i tempi di avvio dei cantieri. E chiedendo sull’argomento un aggiornamento continuo dai dipartimenti interessati e dall’esecutivo regionale. Il presidente Michele Mirabello, a conclusione dei lavori, ha ringraziato Pacenza per la relazione. E ha accolto l’invito dei commissari di proseguire con altre sedute dell’organismo il confronto sull’importante tema.

OSPEDALE SIBARITIDE, PRIMO STEP DI VERIFICA SULL’ANDAMENTO DEL PROGRAMMA

«Quello di oggi – ha rilevato Mirabello – è soltanto un primo step di verifica sull’andamento del programma di innovazione della rete ospedaliera della Calabria. I bisogni della nostra popolazione sono ampiamente testimoniati, purtroppo, dalle insopportabili liste d’attesa. E oltre a ciò – ha detto ancora Michele Mirabello – le infrastrutture ospedaliere esistenti denunciano in molti casi condizioni di precarietà e vetustà tecnologica. Certamente non coerenti con la domanda di salute nella regione. Ciò nonostante, lo sforzo degli operatori è ammirevole. Ma non può più, da solo, riportare nel corso della normalità una situazione su cui gravano decenni di ritardi.

Come richiesto da vari membri della Commissione – ha terminato Mirabello – provvederò a calendarizzare le prossime sedute della commissione. Chiedendo la presenza costante ai lavori dei vertici amministrativi del dipartimento Salute. Ai fini di una più efficace sinergia con la funzione legislativa rappresentata dal Consiglio e dalle commissioni».

Fonte: Corriere della Calabria

Commenta

commenti