Home / Breaking News / Ospedale Sibaritide, Antoniotti: “Nesci isolata dal suo partito”

Ospedale Sibaritide, Antoniotti: “Nesci isolata dal suo partito”

Il sindaco di Rossano Giuseppe Antoniotti

Il sindaco di Rossano Giuseppe Antoniotti

Se io sono opportunista, la Nesci non è da meno. Anzi, lo è con l’aggravante di una presuntuosa ignoranza. Perché continua a disconoscere le gravi carenze del servizio sanitario in questo comprensorio e l’azione di lotta che da anni stiamo portando avanti, come classe politica e istituzionale territoriale, per vedere riconosciuto il sacrosanto diritto all’assistenza medica dei nostri cittadini. Battaglie alle quali non ho mai visto la partecipazione della signora Nesci. Del resto, le affermazioni del deputato a cinque stelle in merito alla presunta inutilità del nuovo ospedale della Sibaritide non sarebbero passate inosservate nemmeno alla base del movimento grillino. Che a quanto pare, avrebbe preso le distanze da questa posizione, priva di ogni oggettiva motivazione.
È quanto sostiene il sindaco Giuseppe Antoniotti che torna a precisare e chiarire la sua posizione rispetto alle accuse rivoltegli dal deputato del Movimento 5 Stelle On. Dalila Nesci, all’interno dell’acceso dibattito sulle problematiche della sanità in Calabria.
Non ho bisogno di offendere l’avversario politico – dice il Primo cittadino – per guadagnare consenso. Per me parlano la condotta personale e politica integerrima ed il mio operato da amministratore a servizio della mia Città e del mio territorio. Gli stessi che mi hanno consentito nel 2011 di essere eletto Sindaco con un suffragio storico, pari a quasi al 70%. Prendo atto che la Nesci, strigliata dal suo stesso partito, nel giro di qualche ora abbia rivisto la sua posizione riguardo la realizzazione del nuovo ospedale della Sibaritide. Ma lo ha fatto furbescamente, cercando di girare le carte in tavola e senza chiedere scusa ai cittadini per le sue amenità. È da anni che combatto, anche contrapponendomi alla mia stessa parte politica, contro il sistema di razionalizzazione della sanità pubblica, che ha messo letteralmente in ginocchio questo territorio. Ed ho sempre sostenuto che la presenza di presidi e strutture idonee ma soprattutto di più competenze specifiche, renderebbero il servizio assistenziale pubblico più efficiente e qualificato. Soprattutto in un territorio come il nostro – aggiunge Antoniotti – dove gli utenti sono costretti alla lista d’attesa non solo per gli esami clinici ma finanche per avere un posto letto. La campagna elettorale è ancora molto lontana e sono orgoglioso dell’immane lavoro svolto finora a servizio della mia Città. E sono pronto e disponibile ad ogni tipo di confronto per smentire quanti, spinti evidentemente dall’odio politico, tentano di gettare fango – conclude ilSindaco – sul modello di buon Governo di Rossano che ha fatto storia in Calabria e nel Meridione.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*