Home / Breaking News / Orlandino Greco: fusione, sì a Cassano ma in un secondo momento

Orlandino Greco: fusione, sì a Cassano ma in un secondo momento

di MARTINA FORCINITI
orlandino greco“La fusione Corigliano-Rossano è un processo portato a piena conclusione e ormai concluso. Un ingresso in itinere di Cassano non è più possibile. Quindi sì alla Città della Sibaritide ma solo in un secondo momento”. E’ quanto dichiarato ieri, 11 aprile, dal consigliere regionale Orlandino Greco nel corso di una conferenza stampa ad hoc nell’ex delegazione municipale di Rossano. Indetta anche e soprattutto per illustrare e mettere in chiaro la propria posizione circa il processo a cui seguirà la nascita del comune unico Corigliano-Rossano. Lo stesso Greco infatti, in un comunicato del febbraio scorso, aveva dichiarato di “condividere le perplessità del sindaco di Corigliano Giuseppe Geraci. Più che mettere in discussione, meglio soprassedere sul processo”.

La conferenza stampa di ieri ha segnato in effetti un cambio di passo per il consigliere di Italia del Meridione. “Partendo dal presupposto che sono pienamente favorevole con la fusione – di cui ho anche votato la proposta di legge in consiglio regionale – è ovvio che al processo bisogna guardare con grande attenzione. Da profondo conoscitore dei procedimenti giuridici che sottendono all’iter di fusione dei comuni, sono molto sensibile alla questione delle interlocuzioni istituzionali. Bisogna procedere necessariamente attraverso studi di fattibilità. Che vadano a rappresentare tutte le diverse sfaccettature. E’ una follia che i benefici del futuro comune unico vengano letti esclusivamente alla luce di un dato prettamente economico. Per questo è necessario stabilire una strategia di fondo, che assicuri stabilità al nuovo ente al di là della questione squisitamente finanziaria”.

ORLANDINO GRECO: PRESENTATA MOZIONE A MARGINE DELLA MANIFESTAZIONE CONTRO LA CHIUSURA DELL’EX TRIBUNALE

Partendo dal principio del rispetto dei cittadini, l’onorevole Greco e il dirigente regionale di Idm Natale Graziano hanno poi sfruttato l’occasione per sottolineare gli infiniti problemi e il disagio palpabile che dilaniano il territori. Vittima qual è del disinteresse istituzionale, in particolare a livello regionale. “Come Idm abbiamo presentato una mozione in consiglio regionale. Che richiede l’impegno da parte del Presidente Oliverio e della Giunta a prender parte alla manifestazione di protesta contro la chiusura dell’ex Tribunale di Rossano. In programma il prossimo 11 maggio a Roma, alla quale assicuro fin da ora la mia partecipazione. Iniziativa di un territorio che merita di essere sostenuto a tutti i livelli. Affinché si ritorni ad avere un presidio di fondamentale importanza”.

 

Commenti
Inline
Inline