Home / Breaking News / Orlandino Greco su ex lsu-lpu: pieno sostegno a lavoratori e sindacati

Orlandino Greco su ex lsu-lpu: pieno sostegno a lavoratori e sindacati

orlandino grecoIl consigliere regionale Orlandino Greco spezza una lancia a favore degli ex lavoratori ex lsu-lpu calabresi. Sottolineando come “la notizia che alla Camera rischia di non passare l’emendamento proposto da tre parlamentari calabresi circa lo stanziamento, nella legge di bilancio, delle risorse necessarie per garantire continuità di lavoro e retribuzione ai 4.500 lavoratori che attendono con motivata ansia, deve preoccupare non poco. Se l’emendamento non dovesse passare, 4.500 famiglie al 31 dicembre si troveranno senza la copertura di un reddito finora garantito e nessuna assicurazione viene data in proposito.

Evidentemente chi guida il Paese non coglie la gravità della situazione che si verrà a creare lasciando a Mario Oliverio e al Governo regionale da lui guidato l’onere di fronteggiare in completa solitudine la nuova emergenza e il danno sociale. Fin dall’inizio della legislatura regionale da lui guidata sono stati assunti provvedimenti concreti per la contrattualizzazione dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità. Sin dal 2015 la Regione ha stanziato circa 38 milioni di risorse proprie per garantire l’occupazione dei lavoratori da assumere nel piano di stabilizzazione. Il sindacato, per parte sua, si è fatto carico della situazione. E va certamente sostenuta la manifestazione di protesta che va prendendo corpo. Ci si aspetterebbe che le rappresentanze politiche tutte, al di là delle appartenenze, facessero fronte comune; per difendere i diritti maturati, il lavoro svolto e il valore professionale degli ex lsu-lpu calabresi.

ORLANDINO GRECO: GOVERNO LEGA-5STELLE INADEMPIENTE

La discriminazione, che con molta probabilità sarà consumata a danno di queste 4500 famiglie calabresi, rientra a ben vedere in un più ampio atteggiamento di indifferenza o di scarsa attenzione del Governo in carica nei confronti della Calabria. Dalla sanità ai danni del maltempo, al depotenziamento del porto di Gioia Tauro; e ancora al mancato intervento risolutore per il campo-lager di San Ferdinando, che continua a fare strage di migranti; fino ai 4.500 lavoratori calabresi. Il Governo Lega-5Stelle è inadempiente e riflette una posizione di indisponibilità ad affrontare le emergenze calabresi.

Ultime voci da Montecitorio danno per scontato che l’emendamento in favore dei lavoratori calabresi non passerà. Se così dovesse essere, non basteranno le solite, scontate e stucchevoli dichiarazioni di solidarietà. L’adesione e la partecipazione alla manifestazione promossa dai sindacati è una prima necessaria risposta ma non può bastare. Deve, anzi, essere l’occasione per aprire un confronto serrato col Governo nazionale sostenendo le sollecitazioni inascoltate del governo regionale circa le aspettative disattese.

Commenta

commenti