Home / Attualità / Operazione Demetra, Italia Viva: «Restituire dignità ai lavoratori»

Operazione Demetra, Italia Viva: «Restituire dignità ai lavoratori»

italia viva

Un vero colpo al cuore la notizia dell’operazione Demetra con cui la Guardia di Finanza ha smantellato un’ organizzazione criminale di sfruttamento della manodopera  agricola operante tra Calabria e Basilicata. Ancora una volta anche nella sibaritide emerge in tutta la sua drammaticità la piaga del caporalato che si frappone tra domanda e offerta di lavoro  fornendo manodopera sfruttata fino al limite dello schiavismo.

Fa molto male constatare come persista una meschina consuetudine  che, in spregio alle Leggi dello Stato  e alla morale , non esiti a rendersi complice di individui spregevoli che si arricchiscono grazie alle  fatiche inenarrabili  di poveri donne e uomini  sottoposti al  ricatto del “o questo o niente”.

Dall’attività di indagine emrgono particolari raccapriccianti: Uomini e donne apostrofati come “Scimmie”-  per come emerso dalle intercettazioni – e dissetati  con bottiglie riempite dell’acqua dei canali di scolo e ammassati  in furgoni (altro che assembramenti!) peggio che bestie.

E’ alla luce di fatti come questi  che ci sentiamo di dire che la strada intrapresa con la legge sul caporalato funziona se coadiuvata da indagini e controlli costanti. Soprattutto i controlli su strada , perché dal fermo di quei dannati furgoni emergono le storie di sfruttamento che aiutano a stanare e colpire  l’organizzazione criminale che sta a monte.

Inoltre ci auguriamo che  la norma per la regolarizzazione e l’emersione del lavoro nero e irregolare, italiano e straniero,  per la quale tanto si è battuta il Ministro Bellanova  e che  va nella direzione di  restituire dignità ai lavoratori e affermare legalità e diritti possa  essere presto  implementata dall’attuazione della piattaforma digitale, a cura di Anpal,  per l’incrocio tra disponibilità di lavoro regolare e fabbisogni delle aziende sul territorio.


Commenta

commenti