Home / Attualità / Omaggio agli eroi di ieri e di oggi

Omaggio agli eroi di ieri e di oggi

CERIMONIA-CADUTI-041114 (52)Tante mani poggiate sul cuore in processioni silenziose che, da nord a sud, attraversano l’Italia intera: perché il 4 novembre non è solo una festa nazionale, l’occasione in cui retorica e simbologia si sprecano a ritmo di inni e marce; è soprattutto una buona occasione per lasciare che la memoria corra a quelle vite spese per regalarci una Nazione, per riflettere su quel Paese che, al di là dei contrasti e delle divisioni che spaccano l’Italia in due, una volta tanto vuole essere unito. Così, quasi come se tutti gli italiani avessero in mano il copione di uno stesso grande film, da tutte le piazze martedì scorso si è levato uno stesso ringraziamento, il medesimo doveroso omaggio agli uomini che hanno “fatto” la democrazia, piantando sulle terre italiane i semi di un Paese libero. E se cortei, sante messe e saluti hanno di certo onorato il ricordo dei nostri eroi ogni 4 novembre sin dal 1919 (anno in cui fu istituita la festa nazionale per celebrare l’anniversario della fine della prima guerra mondiale, ndr), oggi più che mai rendere omaggio al Milite Ignoto, piuttosto che far visita al Sacrario di Redipuglia dove sono custodite le salme di 100.000 caduti nella guerra del ‘15-’18, sono gesti che non devono rimanere solo “scene da una celebrazione”.
Devono piuttosto rappresentare la presa di coscienza che gli eroi di ieri sono anche quelli di oggi, coloro che ogni mattina indossano una divisa per assicurarci sicurezza, protezione. Per questo a Rossano, come a Mirto, come a Corigliano nel deporre le corone d’alloro, ad affermarsi non è stato solo il pensiero dei tanti che hanno perso la vita per la sicurezza e la pace, ma anche la consapevolezza che chi garantisce la giustizia e la difesa di un’Italia libera c’è ancora e lotta tutti i giorni, con caschi, tute mimetiche e il coraggio di un impegno che non dimenticano mai.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*