Home / Breaking News / Oliverio: dalla Regione pieno sostegno alla fusione nella Sibaritide

Oliverio: dalla Regione pieno sostegno alla fusione nella Sibaritide

oliverio«Non ho mai avuto dubbi sull’esito del referendum sulla città unica Corigliano-Rossano». È quanto afferma, in una nota, il presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio. «I cittadini di queste due importanti realtà – prosegue Oliverio – non potevano perdere un’occasione così importante per la prospettiva di un vasto territorio come è quello della Piana di Sibari. Nasce la terza città della Calabria in un’area, la Piana di Sibari, strategica per la regione, le cui potenzialità di sviluppo sono notevoli. Ora si apre una fase impegnativa che deve essere improntata ed alimentata da spirito costruttivo e da atteggiamenti coerenti con la volontà popolare. Chiusa la fase della campagna referendaria, si apre la esaltante stagione della costruzione della nuova città della Sibaritide».

OLIVERIO: SCRITTA BELLA PAGINA DI DEMOCRAZIA CALABRESE

«Il confronto – aggiunge il presidente della Regione – si sposta, ora, sui contenuti. Riguardanti la funzione direzionale della nuova città, il suo assetto urbanistico, l’ammodernamento infrastrutturale; e ancora la realizzazione di una rete di servizi qualificata, le strutture e i luoghi della formazione, la qualità della vita, la realizzazione di un programma associativo con gli enti locali del territorio, a partire dai Comuni. È stata scritta una bella pagina per la democrazia calabrese che va salutata positivamente».
«Per quanto ci riguarda – conclude Oliverio – confermiamo il nostro impegno e pieno sostegno. Per un processo che, oggettivamente, rafforza il peso specifico di un vasto territorio e crea soprattutto le condizioni per una migliore e più efficace utilizzazione delle risorse, in direzione di una visione dello sviluppo più ampia e rispondente ai bisogni di crescita economica e sociale».

L’Eco dello Jonio, a cui è sempre stato caro il tema della fusione, ringrazia il Governatore Oliverio per il sostegno e l’appoggio accordato al processo. Con la certezza che saprà seguire non  solo istituzionalmente ma anche fattivamente il proseguimento dell’iter; riservandogli l’impegno e le risorse necessarie alla sua concreta realizzazione.

Commenta

commenti