Home / Attualità / Odv Insieme e consiglio comunale baby insieme per la cittadinanza attiva

Odv Insieme e consiglio comunale baby insieme per la cittadinanza attiva

odv insiemeL’organizzazione di volontariato Odv Insieme, in collaborazione con i ragazzi del consiglio comunale, si appresta a organizzare una nuova serie di eventi finalizzata a promuovere la cittadinanza attiva fra le nuove generazioni. Si parte giovedì 5 ottobre, in occasione della settimana del Dono. L’OdV INSIEME e i Ragazzi del Consiglio Comunale di Rossano faranno dono di tempo festoso agli amici dei due diurni, “Raggio di Sole” ed “Il Sorriso”. Infatti, alle ore 16, nella sede di “Raggio di Sole”, i ragazzi porteranno dolci, musica, canti e balletti da fare insieme. Domenica 8 ottobre, avendo aderito alla Settimana Nazionale della Dislessia 2017, l’OdV INSIEME e i ragazzi del Consiglio Comunale parteciperanno alla Maratona Eco – Art e marcia di solidarietà con tutte le associazioni del territorio. Organizzata dall’AID, sezione di Rossano, si terrà a partire dalle ore 10 all’Anfiteatro V.le Mediterraneo – Lungomare Sant’Angelo, Rossano.

Mercoledì 11 ottobre, è stato organizzato nel Liceo delle Scienze Umane di Rossano, un dibattito sul tema della Fusione. Prevedendo un sostenitore del Sì a confronto con un sostenitore del No. I due rappresentanti delle opposte fazioni spiegheranno le loro motivazioni e risponderanno alle domande dei Consiglieri. È chiaro che tale evento ha una finalità formativa e non espressamente propagandistica; i ragazzi non devono votare. I tre eventi rientrano nel nostro progetto “Consiglio Comunale dei Ragazzi di Rossano”. Che si sta portando avanti con gli Istituti Comprensivi del territorio; al fine di promuovere nelle nuove generazioni forme sempre più diffuse di Cittadinanza Attiva e Responsabile.

ODV INSIEME, LE NUOVE GENERAZIONI MATURINO LA CONSAPEVOLEZZA DELLE PROPRIE SCELTE

“La settimana del Dono” e la partecipazione alla Maratona nella “settimana per la Dislessia” sono eventi finalizzati a dirigere l’attenzione di tutti sulle fasce deboli che spesso subiscono emarginazioni, anche inconsapevoli. I Consiglieri vogliono contribuire ad accendere i riflettori sui problemi che i ragazzi con disabilità e disturbi nell’apprendimento debbono affrontare ma, soprattutto, dimostrare che la principale azione da intraprendere è l’abbattimento dei pregiudizi sui quali spesso si costruiscono piccole e grandi muraglie.

Il dibattito sulla fusione è un evento che mette i ragazzi nelle condizioni di riflettere sullo stato del proprio territorio. E di rendersi conto che possono esistere diverse opinioni, anche opposte, su come migliorarlo. Le giovani leve, durante il confronto, prenderanno atto che le opinioni di tutti vanno rispettate. E che per arrivare ad una propria convinzione c’è bisogno di approfondimenti puntuali; sulla base di dati concreti. È importante, inoltre, che essi maturino la consapevolezza che le scelte, non solo devono partire sulla base della conoscenza del problema; ma devono anche mirare coerentemente al bene comune.

 

Bisogna anche condividere la convinzione che il risultato del voto dovrà essere rispettato in quanto frutto di una scelta democratica. E, non per ultimo, ci auguriamo che i giovani consiglieri comprendano che, quando si fanno previsioni di nuovi percorsi, anche se si utilizzano dati concreti, il progetto è tutto da esperire. Pertanto potrebbe essere smentito dai fatti. Questo è il rischio che ogni democrazia deve affrontare. Ma dal quale non si può prescindere se vogliamo attuare cambiamenti per migliorarci.

Commenta

commenti