Home / Breaking News / Odissea 2000 si prepara alla sfida con il Melilli

Odissea 2000 si prepara alla sfida con il Melilli

odissea 2000Obiettivo play off per l’ Odissea 2000. Che ospiterà fra le mura amiche del PalaEventi la diretta concorrente, l’Assoporto Melilli.  Un match di notevole importanza per entrambe le squadre. Per i calabresi, terza forza del torneo, potrebbe essere l’occasione per aumentare il vantaggio proprio sull’Assoporto Melilli, quarta in classifica. Mentre per i siciliani vincere a Rossano avrebbe una duplice valenza. Avvicinarsi all’Odissea 2000, ma soprattutto, tenere a debita distanza la pattuglia delle agguerrite concorrenti. Formata dalla Farmacia Centrale Paola, dalla Lubrisol Regalbuto e dal Real Rogit. Facile prevedere una gara tirata e combattuta. Come ci dice il giovane calcettista rossanese Agostino Casacchia.

ODISSEA 2000, GIOCARE CON INTELLIGENZA E CUORE

“Questo è sicuro, contro il Melilli non è mai una gara semplice. E l’abbiamo già testato nella gara d’andata. Una partita che siamo riusciti a vincere con tanta fatica – ha confermato Casacchia -. Credo che sabato il match sarà sulla stessa falsariga. Per non correre pericoli sarà opportuno concedere pochi spazi alle loro ripartenze. Ed essere più cinici sotto porta cercando di concretizzare meglio la grande mole di gioco che produciamo. Abbiamo sperimentato sulla nostra pelle quanto sia rischioso non chiudere le gare. Com’è successo sabato scorso a Regalbuto e la settimana prima contro la Polisportiva Futura. Nelle quali abbiamo dovuto soffrire fino all’ultimo per portare a casa la vittoria.

Eppure se avessimo messo a segno anche la metà delle occasioni da goal costruite, ciò non sarebbe successo – ha affermato il laterale gialloblù -. Tornando alla prossima sfida, l’Assoporto Melilli è una squadra molto temibile, ha ottimi giocatori, tra cui il capitano Cristian Rizzo, uomo di grande esperienza avendo disputato anche campionati di serie A, e una grande organizzazione di gioco. Per questo per batterla bisogna giocare con intelligenza, intensità e cuore. Non sarà della partita Pizetta perché squalificato, un’assenza pesante, tuttavia abbiamo un roster di alto livello e chi entrerà in campo – ha concluso Agostino Casacchia – darà il massimo per non far sentire la sua mancanza”.

Ieri il player manager gialloblù Sapinho si è recato a Napoli per partecipare al clinic di Diego Giustozzi, commissario tecnico dell’Argentina, campione del mondo 2016. Queste le impressioni del mister sulla giornata formativa. “E’ stata una bellissima esperienza e una grande opportunità per apprendere nozioni da un allenatore di livello mondiale come Diego Giustozzi. Ringrazio la Divisione Calcio a 5 che ha organizzato un evento così importante e la mia società che mi ha dato la possibilità di poter seguire il clinic”.

Commenta

commenti