Home / Breaking News / Odissea 2000 Rossano, raggiunta salvezza con due turni d’anticipo

Odissea 2000 Rossano, raggiunta salvezza con due turni d’anticipo

rafinhaL’Odissea 2000 Rossano batte il Catania e festeggia la matematica permanenza in serie A2 con due giornate di anticipo. Un traguardo che ripaga società e squadra dai tanti sacrifici fatti in un’annata tribolata dai tanti infortuni e da alcune vicissitudini che l’hanno resa più complicata del previsto. L’importante, comunque, era centrare l’obiettivo ed esserci riusciti è motivo di grande soddisfazione.
Conquistare i tre punti non è stato semplice contro un Catania che cercava la vittoria per riaccendere le speranze di entrare nei play off, tuttavia, un’Odissea 2000 Rossano vogliosa di chiudere al più presto la pratica della salvezza non gli ha dato scampo.

La partita – Nei primi minuti di gioco è il Catania a fare la gara approfittando di un avvio contratto dei calcettisti di Sapinho. I siciliani provano a sorprendere la difesa di casa con Silveira e Rizzo, ma, trovano un attento Sapia a sbarrargli la strada. Con il passare dei minuti l’Odissea 2000 Rossano inizia a carburare e costringe il Catania sulla difensiva. La squadra bizantina si rende pericolosa con un tiro di Siviero che lambisce il palo alla sinistra di Corvatta. Un minuto dopo, siamo al 9’45’’, segna il gol del vantaggio con Rafinha su perfetto assist di Siviero dalla sinistra. Subito dopo è Sartori a impegnare il portiere ospite con un tiro ravvicinato. Sul finire del primo tempo il Catania con Silveira e l’Odissea 2000 Rossano con Siviero, hanno due opportunità ciascuno di andare a segno, ma, Sapia e Corvatta salvano la propria porta.
Ad inizio ripresa, al 3’14’’, l’Odissea 2000 raddoppia. L’azione è da manuale: Sapinho riparte palla al piede, la scarica sulla sinistra dove Siviero di prima intenzione la mette al centro per Rafinha che di piatto la deposita in rete. Sotto di due gol mister Chillemi gioca la carta del portiere in movimento, le azioni d’attacco dei giocatori siciliani sono lente e prevedibili e i padroni di casa rischiano davvero poco. Il gol che riapre la partita arriva al 12’42’’ ed è contestatissimo: l’Odissea 2000 parte in contropiede, l’azione viene fermata da Corvatta che entra in campo senza aspettare che il compagno di squadra esca dal terreno di gioco per la sostituzione e sul ribaltamento di fronte Rizzo sigla la rete del 2 a 1. Il Catania prende coraggio e insiste nel giocare con il quinto uomo, ma, le occasioni da rete sono di marca gialloblù che con Arteiro va vicinissima al tris in due occasioni. Il gol arriva al 13’26’’ e porta ancora la firma di Rafinha che ribatte in rete un disperato tentativo di rinvio di Rizzo chiuso nella propria area di rigore dal pressing gialloblù. Rizzo si fa perdonare un minuto dopo quando è lesto al tap-in vincente in area rossanese. A chiudere definitivamente i conti ci pensa Arteiro che dalla propria tre quarti campo insacca con un preciso rasoterra a porta sguarnita.

Sapinho – Oggi contava soltanto vincere e ci siamo riusciti. Questi tre punti ci hanno consentito di raggiungere matematicamente la salvezza e quindi siamo doppiamente contenti. E’ stata una stagione dura e difficoltosa, ma, alla fine siamo riusciti a centrare il nostro obiettivo. Faccio i complimenti ai miei ragazzi che sia nei momenti di difficoltà (e sono stati tanti) che quando le cose andavano bene, hanno pensato solo ad allenarsi e a dare tutto per questa maglia. La permanenza in serie A2 è il giusto premio per questa società che ci ha sempre sostenuto in tutto e per tutto senza mai farci mancare nulla. Il mio ringraziamento, e quello dei miei calcettisti, va ai dirigenti e a tutto lo staff di questo meraviglioso club”.

Marino – Sinceramente a settembre eravamo partiti con ben altri obiettivi, ma, poi, per come si era messa la stagione (infortuni e traversie varie) il nostro traguardo è diventato la salvezza e siamo molto soddisfatti di averla conquistata. Devo fare i complimenti a mister Sapinho e ai giocatori che hanno dato tutto per arrivare a questo traguardo.
Sollecitato dai cronisti sugli obiettivi della prossima stagione il presidente ha risposto così: “Ora godiamoci questo momento di gioia, alla fine del campionato penseremo al prossimo. Come società stiamo crescendo e continueremo su questa strada. Quest’anno abbiamo messo su la scuola calcio, abbiamo rifondato l’Under 21 con ragazzi del ’97 e ’98 che hanno disputato un ottimo campionato arrivando ai play off. Il nostro sogno è che un giorno la nostra squadra possa essere formata da ragazzi del luogo”.          

ODISSEA 2000 ROSSANO – CATANIA   4 – 2 ( 1– 0 p.t.)

ODISSEA 2000 ROSSANO: Cirullo, Dell’Andrea, Sartori, Sapinho, Russo, Siviero, Scervino, Rafinha, Calabretta, Arteiro, Milito, Sapia. All. Sapinho.

CATANIA: Corvatta, Ciadamidaro, Scarcella, Rizzo, Milluzzo, Silveira, Fantecele, Vieira, Di Franco, Marletta. All. Chillemi.

ARBITRI: Nitti (Barletta) e Sessa (Foggia). CRONO: Nisi (Taranto).

MARCATORI: 9’45’’ p.t. Rafinha, 3’14’’ s.t. Rafinha, 12’42’’ s.t. Rizzo, 13’26’’ s.t. Rafinha, 14’10’’ s.t. Rizzo, 17’15’’ s.t. Arteiro.

AMMONITI: Sapinho, Corvatta, Scervino, Silveira, Cirullo.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*