Home / Ambiente / Nuovamente a rilento il sistema rifiuti. Persiste il problema: non ci sono discariche

Nuovamente a rilento il sistema rifiuti. Persiste il problema: non ci sono discariche

L’impianto di Bucita ha frenato nuovamente i conferimenti per mancanza di siti in cui riversare gli scarti

C’è nuovamente un problema rifiuti che presto potrebbe tramutarsi nuovamente in emergenza. In realtà già in alcune aree del territorio, soprattutto nelle zone periferiche della grande Corigliano-Rossano, l’emergenza è già in corso. Da qualche giorno, infatti, l’impianto di Bucita ha nuovamente rallentato il carico dei conferimenti della frazione organica e dell’indifferenziata. E questo perché la discarica degli scarti non più utilizzabili di San Giovanni in Fiore ha raggiunto il suo culmine massimo di abbanco.

Da qualche ora, pare che il gestore della struttura corissanese abbia trovato il varco aperto per conferire nel sito di Calabria Maceri di Rende e questo servirà ad equilibrare la produzione di rifiuti giornaliera. Che, però, al momento resta in esubero di almeno tre giorni. E sarà difficile smaltirli stante così la situazione.

Il problema reale, quello della mancanza di discariche, che si era palesato un mese fa, dunque, è ritornato nuovamente ed in modo dirompente. È inutile girarci attorno: in Calabria ancora oggi è necessario individuare nuovi siti da destinare a discarica. Piaccia o non piaccia. E su questo – anche in questo caso piaccia o non piaccia – la decisione dovrà spettare ai sindaci dell’Ato Cosenza e, riguardo alla situazione del territorio ionico, a quelli dell’Aro della Sibaritide. Un’azione coraggiosa e necessaria, sicuramente sofferta, ma che eviterà che (come al solito) siano altri ad assumere decisioni al posto di chi quest’area della Calabria la vive.


Commenta

commenti