Home / Attualità / Noi con Salvini Rossano. Voto di scambio e ingerenze negli uffici pubblici, la magistratura vigili.

Noi con Salvini Rossano. Voto di scambio e ingerenze negli uffici pubblici, la magistratura vigili.

noi-con-salvini-rossanoLo avevamo detto mesi addietro, qualcuno invece ha preso la paternità della questione innalzandosi a salvatore della patria, non considerando le pubbliche denunce fatte dal movimento cittadino Noi Con Salvini Rossano, già da quando lo stesso si è insediato in città. E’ciò che fa sapere il direttivo Noi con Salvini Rossano. Con il passare dei giorni, candidati a Sindaco che imperterriti continuano nel loro operato di mercanteggiare pochi mesi di lavoro con gente che, spinta dal bisogno, purtroppo, si lascia comprare il proprio voto e la propria candidatura. Quanto sta accadendo è davvero vergognoso, oltraggioso e da atteggiamento delinquenziale. Il voto di scambio è oramai divenuto una normale prassi giornaliera, quasi come se questo mercanteggiare sia lecito e consentito dalla legge. Facciamo richiesta alla Magistratura di agire in tal senso, controllando da subito le assunzioni verificatesi nelle diverse aziende, società, ditte e similari, riferiti ai periodi degli ultimi 3 mesi e verificarne l’autenticità, oltre che la durata contrattuale e la motivazione per la quale si sono rese necessarie tali assunzioni e verificarne anche lo stato di assunzione delle stesse nello stesso periodo a confronto degli anni scorsi. Non è assolutamente tollerabile fare campagna elettorale in modo delinquenziale, perché se è vero che il buon giorno si vede dal mattino, non osiamo immaginare cosa possono combinare certi soggetti, semmai dovessero sedersi – ma non accadrà – su una qualunque poltrona amministrativa. Chi impronta una campagna elettorale sulle promesse di lavoro, sul voto di scambio e sulle minacce NON è ELEGGIBILE ai fini della legalità, della trasparenza, della democrazia, della legalità e della sicurezza. E’ divenuta anche concreta, la possibilità di vedere nelle liste elettorali, candidati che sono molto vicini a dipendenti comunali e dell’azienda sanitaria, come figli, padri, cugini, fratelli. Si può ben capire come sia impossibile lasciare lavorare in assoluta autonomia e trasparenza il sindaco che sarà eletto, senza che questi, non usino la loro posizione di “gioco forza” perché presenti nella macchina comunale e ben radicati nei suoi ingranaggi. Questi tra l’altro, sono in ruoli e posizioni organizzative amministrative e dirigenziali. Inoltre, tale presenza, crea una sorta di sudditanza nei confronti dell’elettore, che viene altresì soggiogato e sottomesso alla volontà degli stessi. Il movimento cittadino Noi con Salvini Rossano, ha nel suo DNA e tra i punti del proprio programma elettorale, la sicurezza e la legalità, pertanto lo stesso si pone il dovere di vigilare su tutte le questioni riguardanti queste circostanze. NOI VOGLIAMO UNA CITTÀ E UNA POPOLAZIONE LIBERA DI SCEGLIERE SENZA LA PAURA DI RIPERCUSSIONI SUL PROPRIO LAVORO O DI PERSECUZIONI PERSONALI. Noi DICIAMO NO AI RICATTI, AI SOPRUSI, AL MALAFFARE ed alla MALAPOLITICA.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*