Home / Attualità / Noi Con Salvini Rossano: Castrazione chirurgica per moleste su donne e bambini!

Noi Con Salvini Rossano: Castrazione chirurgica per moleste su donne e bambini!

noi con salvini Noi con Salvini Rossano: Quanto successo nei giorni scorsi a Milano, su un treno, ai danni di una liceale sedicenne ad opera di due delinquenti spregiudicati. Di etnia nordafricana, “ospiti” in Italia, mi indigna e sconvolge.  Non esiste giorno ormai da anni che nel nostro Paese non si registrino casi di violenza sulle donne o di pedofilia. Quante volte siamo costretti ad ascoltare storie assurde come. Rapinatori che entrano nelle case e ammazzano a calci e pugni anziani.

O intere famiglie per pochi spiccioli, oppure di coppiette distrutte e rovinate da gruppi di stupratori. O di bambini indifesi costretti a subire violenza inaudita da parte di “animali della specie umana”. O addirittura di “branchi” di stupratori che seviziano solo per gioco o sotto effetto di droga e alcool. Segnando per sempre la vita di esseri innocenti e indifesi. Chi è che vuole questa gente in giro? Chi mantenerli a nostre spese in” hotel “che chiamiamo carceri o galere?.

Perché bisogna dare asilo a stranieri. Immigrati clandestini che troppo spesso ormai fanno parte di questa categoria di “delinquenti pericolosi“. Che hanno ormai imparato che basta semplicemente chiedere scusa per avere sconti di pena dopo avere distrutto vite indifese?. Sono semplici errori secondo voi? Diciamolo chiaramente. Questi rovinano vite e la pena massima che si prendono e ricevere 2 pasti al giorno in prigione!

NOI CON SALVINI ROSSANO

Purtroppo questi sono gli effetti di una “democrazia malata”. Una parvenza di libertà assegnataci da un sistema che vuole a tutti i costi essere “garantista e civile”. Agli occhi del mondo ma che in realtà è falso, immorale e irrispettoso dei diritti umani. Mi chiedo perché i nostri politici. Magistrati o giornalisti si accerchiano di mega scorte e auto blindate con i soldi dei contribuenti lasciando indifesi i cittadini?.

Mi permetto questa considerazione perché credo che i loro stipendi, contratti o consulenze. Possano ampiamente permettergli una protezione a loro spese. Lasciando libero un capitolo di spesa pubblica che, dovrebbe essere a mio avviso destinato alla protezione della comunità tutta. Che senso ha dare la scorta ai presidenti delle regioni, a semplici parlamentari. A ex ministri, a ex parlamentari o presidenti delle camere o della repubblica. O agli stessi ministri se non sono sotto una minaccia specifica?

Queste scorte sono pagate con i soldi dei contribuenti italiani. Rimettere ordine e chiarezza a questo problema non è solo un dovere politico. Ma un diritto della comunità. E’ mia opinione personale è che i pedofili bisogna castrarli. E non parlo solo di castrazione chimica, ma di quella chirurgica. La castrazione chimica funziona soltanto se il soggetto prende regolarmente e volontariamente alcuni inibitori ormonali.

Come smette di prendere i medicinali, tornano i sordidi e lerci impulsi sessuali nei confronti dei bambini. Tornano gli agguati, la sopraffazione, gli abusi, gli stupri. La castrazione chirurgica è l’unico rimedio. Non si tratta di una tortura medievale come molti possono credere. Si tratta della asportazione di alcune particolari cellule all’interno dei testicoli, le cellule che producono il testosterone.

CASTRAZIONE CHIRURGICA PER MOLESTIE

Una semplice operazione che viene fatta ambulatorialmente, in pochissimo tempo e la faccenda è risolta. Ma, purtroppo, la nostra è “una società civile”. Ove né la castrazione chimica, né tantomeno quella chirurgica possono essere applicate perché, dicono i garantisti. Essere una violazione di un fondamentale diritto umano. Ma di cosa stiamo parlando? Di quale diritto umano?  Forse quello di rovinare per sempre bambini incapaci di difendersi?

Di perpetrare uno dei più orrendi crimini che la nostra specie abbia inventato? Quello di sporcare per sempre l’esistenza di un bambino, una bambina anche piccolissima. Da parte di chi spesso, viene condannato per stupro ma che poi viene rimesso in libertà. Per tornare a sfogare i suoi vomitevoli indescrivibili istinti su altre anime innocenti? I suoi diritti dobbiamo rispettare? E quelli delle sue vittime, invece?

Loro non hanno neppure il diritto di vederlo punito questo signore? No, scusate, è già tanto che i cittadini perbene non invochino la pena di morte. Ma almeno bisogna impedire che i pedofili e gli stupratori commettano più volte un reato simile perché già una sola volta è troppo. E allora? Castrazione chirurgica. Sono malati, no? E allora? Guariamoli con il bisturi come si fa con tante altre malattie e staremo tutti più tranquilli.

Potrebbe essere un’alternativa valida il carcere a vita (perché possono stare dentro dieci o venti anni, ma come escono siamo da capo), ma qui da noi in carcere non ci sta nessuno, neppure i peggiori assassini. Spero che il prossimo governo metta ai primi posti in agenda una legge non dura ma ferrea contro la pedofilia, gli stupri e gli abusi, al fine di evitare e scongiurare le decine di vittime,  di bambini e  donne  la cui vita viene deturpata.

Commenti
Inline
Inline