Home / Attualità / Museo diocesano inserito fra i 10 musei ecclesiastici italiani

Museo diocesano inserito fra i 10 musei ecclesiastici italiani

museo diocesanoLa rivista Style del Corriere della Sera inserisce il Museo diocesano e del Codex fra i dieci musei ecclesiastici italiani da non perdere. Un riconoscimento particolarmente prestigioso. Assegnato al museo rossanese in quanto custode di un patrimonio immenso e preziosissimo. Un ulteriore atto di consacrazione per Rossano e il suo Codex Purpureus Rossanensis. Già patrimonio Unesco e ormai rinomato tesoro di inestimabile valore religioso ed artistico. Come è noto il Museo Diocesano e del Codex fa parte dell’Amei, l’Associazione Musei Ecclesiastici Italiani. Nata da 20 anni, l’Amei conta più di 200 collezioni d’arte antica e contemporanea all’interno di sedi monumentali: palazzi, complessi conventuali, chiese, cattedrali.

MUSEO, PREMIATO IL LAVORO DI PROMOZIONE PORTATO AVANTI NEL PRIMO ANNO DI VITA

E di fianco alla Cappella Brancacci, con gli affreschi del Masaccio o il monastero di Santa Chiara a Napoli, con il suo chiostro maiolicato, nella gallery fotografica che illustra i tesori del nostro Paese, spicca il rosso porpora delle pagine del Codex. Con l’invito a visitare uno degli evangeliari più preziosi e rari esistenti al mondo. L’inserimento del nuovo percorso museale rossanese tra i dieci musei ecclesiastici più importanti d’Italia, premia senza dubbio l’incessante lavoro di promozione e valorizzazione portato avanti in questo primo anno di vita (non ancora compiuto!) del Museo diocesano e del Codex. L’associazione “Insieme per Camminare”, ente gestore del complesso museale, ha da subito creduto in un lavoro di rete e di marketing non solo territoriale.

A tal proposito si citano le recenti partecipazioni alla Fiera Holiday World di Praga e l’Itb di Berlino. Nonché alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano e alla Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli, Passando per la manifestazione “Borghi – Viaggio Italiano” a Roma alle Terme di Diocleziano, voluta dal Ministero Beni Culturali. A cui il museo è stato invitato a partecipare direttamente dalla Regione Calabria. Ma del museo e delle sue bellezze si è parlato anche al Salone Internazionale del Libro di Torino. Dove è stato proiettato il “trailer” del museo nell’ambito dell’appuntamento “Synergía e bellezza, ponte verso. Il Patrimonio dell’Umanità in Calabria e i percorsi Unesco”. Organizzato per presentare al pubblico i riconoscimenti calabresi nel contesto dei processi identitari. E nella prospettiva di uno sviluppo sostenibile.

SIBARITIDE RAPISCE PLATEA INTERNAZIONALE

Tutte vetrine prestigiose. Che hanno dato la possibilità di far conoscere il Codex, la citta di Rossano e l’intero territorio a una platea internazionale. Del tutto rapita dalle bellezze artistico-culturali della Sibaritide. L’articolo sui 10 Musei italiani ecclesiastici è consultabile cliccando sul link: http://style.corriere.it/top-class/musei-ecclesiastici-i-10-da-non-perdere/?ref=94377&foto=10#gallery.

Commenta

commenti

Inline
Inline