Home / Breaking News / Museo Diocesano e del Codex: dal 22 settembre al 22 ottobre, la mostra dell’artista Esposito

Museo Diocesano e del Codex: dal 22 settembre al 22 ottobre, la mostra dell’artista Esposito

La mostra dell’artista Isidoro Esposito sarà in esposizione al Museo Diocesano e del Codex e nel centro storico di Rossano dal 22 Settembre al 22 Ottobre 2018. L’inaugurazione si terrà sabato 22 Settembre alle ore 18.30 nell’affascinante cortile del Museo Diocesano e del Codex di Rossano.

La mostra è un’antologica delle opere significative dell’artista. I manufatti in esposizione sono stati prodotti dal 1971 al 2018, si tratta di installazioni, pitture, sculture con tematiche tra il sacro ed il profano. Il titolo della mostra è “Alla ricerca della Luce”. La mostra è curata dallo storico dell’arte, Michele Abastante, vice presidente dell’ass. “Insieme per Camminare”, ente gestore del Museo.

L’idea di accogliere temporanee di arte contemporanea nel Museo è coerente con il X Convegno AMEI dedicato a “I Musei ecclesiastici di fronte alla sfida del contemporaneo”.

La mostra ha una doppia chiave di lettura in quanto, oltre a raccontare il cammino artistico dell’autore, si snoda in un percorso itinerante all’interno del suggestivo centro storico di Rossano, facendo in modo che il visitatore possa scoprire o riscoprire i luoghi in cui l’artista ha vissuto e ha avuto modo di plasmare la propria personalità. Il Museo Diocesano e del Codex, l’oratorio bizantino della Panaghia, l’oratorio bizantino di San Marco, la chiesa di San Bernardino, piazza Steri, piazza Ss. Anargiri sono alcune delle location in cui le opere di Isidoro Esposito soggiorneranno per tutta la durata della mostra, interessante inoltre è il contatto dell’artista con la sua gente e con le attività commerciali del centro storico, alcune opere saranno esposte infatti presso La Drogheria, al Bar Tagliaferri, difronte la Macelleria Montagna, nel Circolo Culturale Rossanese, Bar di Piazza Steri.

La serata inaugurale prevede gli interventi dell’autore Isidoro Esposito, del curatore Michele Abastante e di un socio del Circolo Culturale Rossanese, Mimmo Pisano.

Durante il periodo espositivo le chiese in cui verranno esposte le opere saranno aperte e vigilate dai volontari di “Chiese Aperte” che hanno seguito appositi corsi di formazione presso il Museo Diocesano e del Codex di Rossano.

ISIDORO ESPOSITO 

Si diploma all’Istituto d’Arte di Castrovillari e nel 1975 completa di studi d’arte e di pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, sotto la guida di Domenico Spinosa. Successivamente si laurea presso l’Unical di Rende in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo con indirizzo storico-artistico. Tra le sue mostre: Palazzo Te, Mantova, “Confronto di tendenze fra le Accademie di Belle Arti d’Italia e della Svizzera”, 1975;

Villa Olmo, Como, 1979; Palazzo S. Bernardino, Rossano, “I bizantini del XXI secolo”, a cura di Michele Abastante; Museo del Presente, Rende, “Odisseo”, a cura di Gianluca Covelli;

San Demetrio Corone (Cosenza), Biennale Magna Grecia, “Ulisse”, a cura di Roberto Sottile; San Demetrio Corone (Cosenza), VI Biennale Magna Grecia, a cura di Teodolinda Coltellaro; Rossano Calabro, Palazzo San Bernardino, “Le scarpe di Van Gogh dopo la notte stellata…”, nell’ambito di Contemporanea 2007, a cura di Settimio Ferrari; Museo d’Arte contemporanea LIMEN ART, Vibo Valentia, 2 opere esposte in maniera permanente.

Commenta

commenti