Home / Attualità / Movimento per la vita a Rossano, crescono i consensi

Movimento per la vita a Rossano, crescono i consensi

movimento per la vitaAnche il senatore Antonio Monteleone aderisce al Movimento per la vita. Un contributo illustre per l’associazione di promozione sociale di Rossano. Da parte del padre della legge costituzionale sulla “liberalizzazione” dei defibrillatori semiautomatici e sul loro utilizzo in ambiente extraospedaliero. Lo comunica Mario Smurra, già consigliere comunale e coordinatore commissione affari istituzionale del Movimento per la Vita locale. Esprimendo soddisfazione per quello che suona come un autentico riconoscimento al lavoro. Portato avanti, a Rossano, dalla squadra di uomini e donne guidata dal Presidente Natale Bruno.

MOVIMENTO PER LA VITA, L’ADESIONE DI MONTELEONE PREMIA IL NOSTRO IMPEGNO

L’adesione del senatore Monteleone al MpV – dichiara Smurra – premia l’impegno di quanti, riconoscendosi nella mission del Movimento, quotidianamente, si spendono per promuovere e difendere il diritto alla vita e la dignità di ogni uomo. Favorendo una cultura dell’accoglienza nei confronti dei più deboli ed indifesi. Tra le diverse iniziative promosse dal sodalizio rossanese vi è anche quella della sensibilizzazione alla dotazione, negli ambienti più disparati come scuole o associazioni sportive, dei DAE, i defibrillatori semiautomatici. Apparecchi salvavita da utilizzare in caso arresto cardiaco improvviso.

Sull’utilizzo di questi strumenti, nel 2001, è stata promulgata un’apposita  Legge. Precisamente la 120 del 3 aprile 2001. La cosiddetta Legge Monteleone, dal nome del suo primo firmatario. Secondo questa legge, in caso di emergenza, ogni cittadino con un’adeguata formazione di rianimazione cardiopolmonare può prestare soccorso. Utilizzando questo tipo di apparecchiature senza commettere reato. E senza compiere un abuso della professione medica.

Commenta

commenti