Home / Attualità / Mormanno, ufficio ticket: il Comune sopperisce a mancanze personale Asp

Mormanno, ufficio ticket: il Comune sopperisce a mancanze personale Asp

Pur di non interrompere un pubblico servizio l’esecutivo guidato dal Sindaco, Giuseppe Regina, delibera di mettere a disposizione dell’emergenza personale del Comune 

la struttura ospedaliera di Mormanno

Ufficio ticket chiuso per mancanza di personale. Un disservizio sanitario che l’amministrazione comunale di Mormanno, guidato dal Sindaco Giuseppe Regina, ha subito tamponato deliberando d’urgenza l’invio di personale comunale a supporto della struttura sanitaria. «Non è nostro compito, ma pur di non interrompere un servizio di pubblica utilità che pregiudica le prestazioni di tutto il presidio ospedaliero di Mormanno, abbiamo scelto di sopperire alle mancanze dell’Asp. Ma questa vicenda ci aiuta a sollecitare i vertizi aziendali della sanità cosentina che va ripensato in chiave strategica ed operativa tutto il sistema di assistenza sanitaria degli ospedali territoriali».

Lo afferma il Sindaco, Giuseppe Regina, richiamando la scelta già inoltrata nella fase 1 ai vertici della sanità regionale e provinciale di rendere operativo il nosocomio cittadino per la gestione dei «turnover nei reparti della provincia di Cosenza» e far svolgere all’ospedale di Mormanno «il ruolo che il piano sanitario provinciale le ha assegnato già da tempo e che, dopo la ristrutturazione di due milioni di euro offerta dai fondi post sisma, è pronta a svolgere con il massimo dell’efficienza».

Il Comune di Mormanno ha subito informato la direzione sanitaria dell’Asp di Cosenza per chiedere al più presto che «il servizio ticket venga ripristinato» con personale dell’azienda provinciale superando lo stallo creatosi per la quiescenza di un dipendente che prima svolgeva i compiti di accettazione e gestione del Cup.

«Riorganizzare i servizi territoriali e garantire le prestazioni sanitarie a tutti i livelli, da quelli centrali alle zone più periferiche, è un diritto che non deve essere chiesto con le tirate di giacca ma vanno garantiti in un paese che vuole definirsi democratico e rispondente ai bisogni delle comunità che è chiamato ad amministrare».


Commenta

commenti