Home / Breaking News / Michele Ferrero, Smurra (Simet): “Un esempio non solo per l’impresa”

Michele Ferrero, Smurra (Simet): “Un esempio non solo per l’impresa”

michele-ferreroHo avuto l’onore di conoscere personalmente e di intrattenermi in più occasioni con Michele FERRERO, a Montecarlo. Si presentava come una “guida carismatica, improntata a genuina sensibilità umana e incessante operosità personale”. Condivido le parole usate nei giorni scorsi dal Presidente NAPOLITANO per ricordarne la sua figura. Con lui scompare una rara figura di imprenditore alla quale, in Italia e nel mondo, si è guardato con rispetto, ammirazione ed emulazione. Sono certo che nel solco del messaggio e dell’insegnamento che egli ha saputo trasfondere nelle nuove generazioni del management aziendale, continuerà la storia ed il successo di un brand, NUTELLA, che ha segnato e continua a segnare il gusto, il bello e la forza del Made in Italy.
E’ quanto dichiara il Comm. Gerardo SMURRA, fondatore e presidente della SIMET Spa, ricordando a nome di tutta l’azienda le grandi qualità e doti di Michele FERRERO, patron di NUTELLA, con il quale la Società rossanese ha avuto il privilegio, in questi anni, di costruire e consolidare un singolare rapporto di collaborazione, di stima reciproca ed anche di amicizia.
Dobbiamo soprattutto a lui ed al suo approccio spontaneo, diretto e determinato – ricorda SMURRA – l’avvio di una esclusiva sinergia aziendale con un colosso multinazionale quale FERRERO. Di questa intesa, unica nel suo genere, siamo stati e restiamo orgogliosi e grati. Della sua personalità e del suo modo di concepire la stessa crescita e l’investimento imprenditoriale – continua – aveva ed ha oggi più che mai bisogno l’impresa italiana, soprattutto le nuove generazioni. Con la sua scomparsa – conclude il Presidente della SIMETse ne va un pezzo di quell’Italia produttiva migliore​, quella capace di esprimere talento e innovazione, amore per il territorio e valori umani,​ alla quale dovremo continuare ad ispirarci, nel mondo privato ma anche in quello pubblico.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*