Home / Breaking News / Maurizio Martina assicura attenzione su Elaiopolio

Maurizio Martina assicura attenzione su Elaiopolio

maurizio martinaIl Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina si è assunto l’impegno di destinare la necessaria attenzione alla struttura dell’Elaiopolio e all’esigenza manifestata dal Comune di poter subentrare nella titolarità dell’importante e storica infrastruttura. Lo ha confermato il sindaco Stefano Mascaro sottolineando il duplice impegno garantito (a margine della partecipazione all’evento pubblico di ieri, lunedì 28, al Cinema Teatro San Marco) dal Ministro.  Sia di attenzionare l’esigenza manifestata e motivata sul punto dall’Amministrazione Comunale; sia di programmare una prossima visita istituzionale ad hoc a Rossano per un sopralluogo della struttura insieme al Sindaco ed un brief tecnico-operativo sulle soluzioni praticabili.

MAURIZIO MARTINA COLLABORERA’ ALLA RESTITUZIONE DI FUNZIONALITA’ ALLA STRUTTURA

Il  nostro obiettivo – dichiara il Primo Cittadino – resta quello di riuscire, anche e soprattutto con l’aiuto del Ministero, a restituire finalmente funzionalità ed efficacia innovative ad un sito che, per dimensioni ed ubicazione, può diventare strategico per il rilancio di tutto il settore agricolo della Sibaritide e della provincia di Cosenza.
In particolare – continua – attraverso l’adesione all’associazione nazionale delle Città dell’Olio votata nelle scorse settimane all’unanimità dal Consiglio Comunale, Rossano può ormai ambire a diventare a tutti gli effetti riferimento regionale per lo stesso rilancio della produzione, della commercializzazione e della valorizzazione, in termini di educazione alimentare e di politiche per i turismi, della cultura dell’extravergine d’oliva e dell’ulivo che, insieme al Codex rappresenta uno dei marcatori identitari cittadini e territoriali più importanti.

 Anche in questa nuova prospettiva – conclude Mascaro– progettare una messa in funzione dell’Elaiopolio, su premesse e visioni chiaramente diverse dal passato e dalla sua genesi, equivale a disegnare dal basso ipotesi alternative di sviluppo economico sostenibile sulle quali vogliamo continuare ad investire energie, idee e relazioni, invocando e ricercando la massima collaborazione associativa, istituzionale ed imprenditoriale.

Commenti