Home / Attualità / Marina di Sibari, le proposte di Guerrieri (UDC) per dare supporto ai commercianti

Marina di Sibari, le proposte di Guerrieri (UDC) per dare supporto ai commercianti

Il rappresentante dello scudo crociato si rivolge all’assessore all’ambiente di Cassano: «Servono più servizi igienici»

 

Il coronavirus sta mettendo a dura prova l’apparato economico italiano e le ripercussioni, ovviamente, si avvertono anche alle latitudini calabre. Soprattutto lì dove il turismo è forziere e che dovrebbe essere spinto e sostenuto di più, partendo proprio dai servizi basilari.

Proprio in questa direzione, si incuneano le proposte dell’UdC di Cassano Jonio a sostegno di una delle perle del turismo dello Jonio cosentino. Parliamo di Marina di Sibari, li dove ora serve un supporto concreto da parte dell’amministrazione comunale per sostenere le attività commerciali nella fase di accoglienza e ospitalità dei turisti.

«Le attività commerciali quest’anno – scrive Michele Guerrieri, dirigente cittadino dell’Unione di Centro – avranno certamente costi maggiori, di personale e di attuazione delle norme igienico sanitarie gravate dall’emergenza covid ancora in vigore. Marina di Sibari – precisa – che gode di un centro commerciale di livello, cuore pulsante delle attività del litorale ionico, dove molti nostri concittadini fanno impresa anche innovativa, stanno evidenziando già delle prime ore della stagione estiva alcune difficoltà».

Ed il riferimento è ad una proposta che è stata lanciata nei giorni e per la quale si attendono riscontri da parte dell’Amministrazione comunale:  quella di avviare un bando di gara per l’istallazione e conseguente presa in cura di bagni chimici a ridosso, ma non a vista, del centro commerciale all’aperto di contrada Salicetta, meta turistica gettonata della sibaritide. «In totale assenza di bagni pubblici – scrive ancora l’esponente uddicino – la situazione si è aggravata con la necessità, vista l’emergenza pandemica coronavirus di usufruire dei servizi igienici in maniera molto frequente, i molti commercianti devono, secondo le norme dotarsi di bagni multifunzionali e necessariamente alcune attività saranno costrette ad assumere addetti che igienizzino ogni volta che i servizi vengano utilizzati. I migliaia di turisti non possono certamente gravare sulle spese dei commercianti. Questa – conclude Guerrieri – è una proposta concreta ed urgente rivolta all’assessore all’ambiente Sposato, che speriamo vivamente ne prenda atto al fine di garantire servizi efficienti ai commercianti ed agli utenti».


Commenta

commenti