Home / Breaking News / Maltempo, Oliverio: «Pronti a chiedere lo stato di emergenza»

Maltempo, Oliverio: «Pronti a chiedere lo stato di emergenza»

maltempo«I danni causati alle imprese agricole dal maltempo che ha sferzato la Calabria nelle scorse ore saranno oggetto di un’approfondita verifica. Conseguentemente, valuteremo l’attivazione delle procedure per l’eventuale dichiarazione dello stato di emergenza». È quanto afferma, in una nota, il presidente della giunta regionale, Mario Oliverio, parlando dei danni provocati dal maltempo nella giornata di ieri e nelle ultime ore in Calabria. «Da più parti – aggiunge Oliverio – ci vengono segnalate situazioni critiche causate dal forte vento. Che ha danneggiato, soprattutto in alcuni contesti territoriali, le colture e le strutture al servizio della produzione agricola. Il dipartimento regionale, cosi come accaduto in passato, farà quanto necessario per consentire alle aziende colpite di affrontare e superare questa ennesima difficoltà.

La produzione agricola ed agroalimentare, ancora una volta è costretta a subire non solo le storture e le imprevedibili condizioni del mercato; si trova infatti sempre più frequentemente a dover fronteggiare gli effetti devastanti di cambiamenti climatici. Sui quali, ancora, non c’è la necessaria consapevolezza da parte di tutti». «A testimonianza di ciò – conclude il presidente della Regione – giova ricordare che, appena due giorni fa, il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali con il d.m. n. 1651 ha approvato la declaratoria di eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nei territori della nostra regione dal primo aprile al ventidue settembre dello scorso anno».

MALTEMPO, PROTEZIONE CIVILE: VICINA A SINDACI E TERRITORI COLPITI

«Dopo la giornata di ieri, 17 gennaio, contraddistinta dal forte di vento di burrasca che ha sferzato gran parte della Calabria, con raffiche che hanno oltrepassato in alcuni punti i 100 Km/h, la Protezione civile regionale ha ripreso nella mattinata di oggi, 18 gennaio, le proprie attività operative a supporto, in particolare, dei sindaci dei Comuni maggiormente colpiti dagli eventi meteorologici che hanno causato la caduta di alberi, l’interruzione di alcune strade e della rete ferroviaria, la scoperchiatura di tetti e diffusi distacchi di energia elettrica». È quanto si legge in una nota del dipartimento regionale della Protezione civile.

«Numerose sono state le richieste d’intervento pervenute, anche tramite l’App “Easy Alert”, alla Sala operativa. Nella quale sono intervenuti funzionari della Protezione civile con compiti di coordinamento. Per le quali è stata fornita adeguata assistenza sia ai cittadini segnalanti che alle Istituzioni coinvolte. Per tutta la notte e per la odierna giornata – prosegue la nota -, stanno operando squadre di intervento; composte, oltre che da personale della Protezione civile, anche da volontari delle associazioni attivate per l’occasione. Le quali al fine di assistere la popolazione, hanno rimosso ostacoli presenti sulle strade e verificato la presenza di pericoli per le persone.

VISITARE LA PAGINA FACEBOOK DELLA PROTEZIONE CIVILE PER APPRENDERE NOZIONI DI COMPORTAMENTO IN CASO DI CALAMITA’

Su disposizione del dirigente Carlo Tansi, sono operative dalla prima mattina di oggi, team specializzati; formati, anche in questo caso, da Funzionari della Protezione Civile e da volontari in possesso di competenze tecniche che si sono recate nelle zone di particolare criticità per effettuare sopralluoghi per la verifica del rischio residuo e la constatazione dei danni causati dai forti venti. Particolari criticità sono state segnalate nei Comuni di Marcedusa, in provincia di Catanzaro e di Mesoraca, in provincia di Crotone. Dove si è registrato un decesso causato dalla caduta accidentale da un tetto di un’abitazione. Inoltre, danni rilevanti sono stati riportati in molti altri Comuni della Calabria, nello specifico quelli della fascia Jonica catanzarese e crotonese.

Le attività proseguiranno fino a quando verrà completata la ricognizione completa delle situazioni in corso, in modo da avere un quadro più preciso dei danni causati dagli avversi eventi meteo. La Protezione civile raccomanda, in ogni caso, di visitare costantemente la propria pagina Facebook ed il sito internet istituzionale www.protezionecivilecalabria.it per ricevere informazioni in tempo reale sulle allerte in corso, sulle eventuali criticità esistenti e per apprendere importanti nozioni di comportamento da adottare in caso di calamità. Infine, si ricorda che, la Sala Operativa della Protezione Civile è in funzione per in H24 per tutti i giorni dell’anno, contattabile al numero verde 800222211 e che, per segnalare istantaneamente eventi calamitosi di varia natura, è possibile utilizzare la App “Easy alert”, scaricabile sia per Android che per Ios».

VIGILI DEL FUOCO:OLTRE 200 RICHIESTE DI INTERVENTO

Nelle ultime 36 ore, sono state oltre 200 le richieste di intervento pervenute alla Sala operativa già espletate e numerose quelle in via di risoluzione. Dalla serata di ieri sera, è stato incrementato il dispositivo di soccorso della sede centrale per far fronte alle numerose richieste. Le squadre dei vigili del fuoco sono state impegnate nella rimozione di parti pericolanti di cornicioni e grondaie, tetti divelti, cartelloni pubblicitari ed insegne pericolanti, alberi abbattutosi sulle sedi stradali, ribaltamento di un tir dovuto alle forti raffiche di vento, cedimenti strutturali di capannoni, nonché numerose verifiche presso abitazioni.

Al momento tutte le squadre, circa 60 unità operative, sono ancora impegnate nei centri abitati della fascia ionica. I comuni di Botricello, Cropani, Sellia Marina, Santa Caterina sullo ionio e Guardavalle sono le zone dove si registrano le maggiori criticità. Numerose le abitazioni rimaste isolate per la caduta di alberi che hanno sbarrato le vie di accesso. Pali Telecom divelti e cavi elettrici distaccati hanno creato non pochi disagi alla popolazione.

Fonte: Corriere della Calabria

Commenta

commenti