Home / Attualità / Malavolta: “Sul porto abbiamo risposto con i fatti. Promenzio? Non polemizzo, penso solo al bene della città”

Malavolta: “Sul porto abbiamo risposto con i fatti. Promenzio? Non polemizzo, penso solo al bene della città”

malavolta

“L’Amministrazione comunale di Corigliano Rossano ha dimostrato con i fatti di basare lo sviluppo della città anche sul Porto”. A dichiararlo è stato il vicesindaco Claudio Malavolta all’indomani dello sblocco degli 8,1 milioni di euro per la realizzazione della banchina croceristica. Tali fondi vengono dirottati dall’Autorità portuale di Gioia Tauro che ha inserito il porto della Sibaritide nel Piano operativo triennale 2020-2022. “Ritengo fondamentale la creazione di una rete portuale calabrese affinché si possa essere complementari. Gioia Tauro – sottolinea il numero due del Palazzo di Città – ha la leadership come terminal container nel Mediterrano. Schiavonea può crescere per quanto riguarda la pesca e il turismo croceristico”. Ma non finisce qui: “la darsena dei pescatori non ha acqua e luce e grazie agli incontri avuti con l’Autorità portuale sono stati presi degli impegni”. Sullo sviluppo turistico che la banchina croceristica potrà avere Malavolta è chiaro: “Non dipende solo da noi – ammette il vicesindaco – ma dagli itinerari e dagli armatori. Ma in questo senso posso confermare che ci sono contatti in corso e sono molto ottimista”. Infine, dopo le dichiarazioni del consigliere di minoranza Gino Promenzio, che auspicava le dimissioni di Malavolta – il quale ha anche la delega sul versante portuale –  per essere stato scavalcato dal primo cittadino Stasi, il rappresentante dell’Ente non si scompone: “Al secondo consiglio comunale – ricorda – annunciai chiaramente che non avrei mai polemizzato con lui. Il mio unico interesse è la cura del territorio e della città di Corigliano Rossano”


Commenta

commenti