Home / Breaking News / Madeo, segreteria provinciale Cosenza PD: “Un anno fa il referendum per la nascita della nuova città”

Madeo, segreteria provinciale Cosenza PD: “Un anno fa il referendum per la nascita della nuova città”

pd di rossanoFrancesco Madeo, Segreteria provinciale Cosenza PD: “Oggi 22 ottobre 2018 celebriamo il primo anno dal fantastico referendum con cui i cittadini hanno reso possibile questo straordinario e meraviglioso evento: la fusione di Corigliano e Rossano. Il nostro territorio negli ultimi anni ha registrato un significativo arretramento delle condizioni economico, sociali e di vita della gente. A partire dalle deficienze in materia di politica sanitaria, per continuare con quella dei trasporti pubblici, delle infrastrutture, dei servizi in generale e per finire a quella della tutela della legalità con la soppressione del tribunale di Rossano. In un tessuto sociale debole quale il nostro tutto questo ha avuto degli effetti devastanti. In tutti questi anni abbiamo scontato un grande punto di debolezza ovvero avere un territorio frammentato, fatto di tanti piccoli comuni, dove anche Corigliano e Rossano erano poco considerati. Ora con la fusione è venuto meno questo punto di debolezza, che ci ha fatto pagare tanto dazio, anzi si è trasformato in punto di forza e qualcosa già ha iniziato a muoversi. Peccato che gli artefici del cambiamento, invece, cercano di bloccare quello che si è ottenuto con tanta fatica”.

“Oggi abbiamo la città Corigliano Rossano che può, deve dare risposta a tutto ciò con una visione unitaria di tutte le questioni sopra richiamate accompagnata da una strategia complessiva che finalmente sfrutti questo grande punto di forza. Non a caso, come PD, abbiamo, da sempre, definito la fusione “LA MADRE DI TUTTE LE QUESTIONI. Oggi vogliamo ricordare la gioia che ci ha dato l’esito referendario e continuare nel nostro impegno di costruzione della nuova città.  Ma soprattutto continueremo a mettere in campo tutte le nostre relazioni e forze per vincere la sfida di far ripartire questo territorio attraverso la creazione di nuove opportunità di crescita e sviluppo. Prima fra tutte la difesa dell’inizio dei lavori della “strada della morte”. Opportunità offerte da un territorio più ampio da sfruttare, assieme, per determinare lo sviluppo sostenibile del nostro territorio e dare benessere ai nostri concittadini.

Siamo nella fase più delicata del processo e l’augurio che mi sento di fare è che tutto possa avvenire come nella fase referendaria, con lo stesso spirito, che ci ha visti tutti impegnati, senza distinzione, a lavorare nell’interesse generale e per il futuro della nuova città. Buon primo compleanno a tutti i Corrossanesi”.

Commenta

commenti