Home / Attualità / Liquirizia Amarelli nel menu di Cracco

Liquirizia Amarelli nel menu di Cracco

liquirizia amarelliIngrediente principale e autentico di una cena di gala con finalità solidale, la liquirizia Amarelli è stata scelta dallo chef Carlo Cracco per il banchetto tenutosi a conclusione del DISABILITY RAID. Si tratta dell’evento di sensibilizzazione al mondo della disabilità, tenutosi nei giorni scorsi in Trentino. Lo Chef stellato ha proposto ai numerosi e speciali ospiti che vi hanno preso parte la Spezzata, la liquirizia pura più famosa al mondo; e i Sassolini, i confetti morbidi di liquirizia all’anice. Sfoglie di riso croccante; polpa di pomodoro fresco, mozzarella e semi di basilico; focaccia al vapore, ricotta e noci; scaglie di parmigiano reggiano extra vecchio delle vacche rosse; prosciutto di cinta senese.

LIQUIRIZIA AMARELLI NOTA DOLCE DELLA SERATA

Questo, il finger d’aperitivo al quale ha poi fatto seguito il menu composto da capesante, pancetta, zucca, uva e melograno; dal fusillotto al burro affumicato e Parmigiano Reggiano; al trancio di Wagyu, sedano rapa e bietola. Pera al cioccolato, i rombetti di liquirizia pura ed i Sassolini Amarelli, la note dolce posta a conclusione. La cena di gala preparata dal giudice di MASTER CHEF e conduttore del reality show culinario HELL’S KITCHEN, su SKY, era in particolare il momento conviviale e finale della due giorni promossa da ACADEMY4X4 – Scuola Nazionale Guida Sicura Fuoristrada. Con l’obiettivo soprattutto di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle necessità ed esigenze di mobilità per i portatori di diversa abilità.

Il DIS-ABILITY RAID è partito da TRENTO per arrivare fino a GARDONE VAL TROMPIA (Brescia), sede di BERETTA, che ha ospitato la cena speciale curata dallo chef Carlo CRACCO. 

Commenta

commenti