Home / Attualità / Letture a Distanza: L’istituto comprensivo Rossano III ospita la scrittrice Valentina Pignatari via webcam

Letture a Distanza: L’istituto comprensivo Rossano III ospita la scrittrice Valentina Pignatari via webcam

Le storie di draghi, fate, gnomi e zaini parlanti  lette agli alunni della scuola di Via Nazionale

In questi giorni complessi, durante i quali la scuola è chiamata a nuove sfide a distanza, l’obiettivo comune di insegnanti e genitori è quello di continuare a coltivare la relazione e lo scambio con gli studenti. La didattica avviene attraverso le nuove tecnologie e i ragazzi stanno rispondendo bene alle esigenze forzate dalla pandemia. Allora perché non andare oltre il programma scolastico e realizzare anche, attraverso una chiamata di gruppo, la lettura di un libro?  L’Istituto comprensivo Rossano III lo ha fatto invitando la piccola scrittrice Valentina Pignatari a leggere le storie magiche del suo libro ai piccoli studenti della scuola primaria di Via Nazionale. In una intensa settimana, dal 18 al 26 maggio, Valentina ha incontrato virtualmente gli alunni e le insegnanti di tutte le classi, leggendo alcune storie tratte dal libro “Io sono magica” (L’Eco dello Jonio, 2019). Insieme a lei, la redattrice della pubblicazione, Erminia Madeo, ha tenuto un piccolo laboratorio di scrittura, fatto di domande, disegni e brevi testi estemporanei nati dalla fantasia dei bambini. La responsabile dell’organizzazione, l’insegnante Mena Graziano ‒ la maestra d’italiano di Valentina, della quale ricorda con affetto la fervida capacità creativa ‒ ha coordinato tutti gli appuntamenti, riunendo gli studenti grazie alla collaborazione delle altre insegnanti e dei genitori.

Gli alunni hanno risposto tutti con grande entusiasmo e l’ascolto è stato attento e impeccabile, sollecitando domande e riflessioni rilevanti. Lo scambio è avvenuto in maniera ordinata e continuativa, e la distanza fisica è stata abbattuta dalla vicinanza d’intenti e di spirito. “MagicaMente in lettura” sarebbe dovuto essere un laboratorio didattico di ascolto, scrittura e arte che la scuola avrebbe ospitato nel proprio edificio durante il mese di marzo. L’intento dell’IC Rossano III era quello di mantenere il fil rouge che la lega alla piccola Valentina, la quale sarebbe ritornata tra quei banchi che, solo fino all’anno scorso, l’avevano vista fantasticare, sognare, crescere… quegli stessi banchi ora occupati da altri bambini che, come avvenne per Valentina, si trovano di fronte a quel meraviglioso mondo che unisce la fantasia e la realtà, la creatività e l’apprendimento autentico. Senza venire meno alle promesse fatte, la Dirigente dott.ssa Elena Gabriella Salvati e il team della scuola primaria di Via Nazionale hanno pensato di ovviare all’interruzione delle lezioni in classe con una “didattica a distanza” speciale, dedicata espressamente alla lettura di un libro. «I libri trasmettono ai bambini l’empatia» afferma la dirigente. «Il timore che la lontananza dalla scuola possa aver interrotto il loro contatto con la lettura (a parte i compiti e le nozioni da imparare), ci ho tenuto a realizzare questo momento di letture con i bambini, perché l’ascolto è un’attività che stimola le capacità di comprensione e di apprendimento. Ringrazio l’autrice Valentina per aver accettato il mio invito e aver regalato ai nostri alunni l’emozione di vivere i suoi mondi incantati e fantasiosi» ha concluso la dott.ssa Salvati.


 

Commenta

commenti