Home / Breaking News / La legione sibarita alla conquista della Provincia

La legione sibarita alla conquista della Provincia

palazzo_governoLa legione sibarita alla “conquista” di Cosenza. Al 12 ottobre, giorno dell’election day provinciale, mancano ancora un paio di settimane e tutto sembra ormai pronto. La presentazione delle liste, avvenuta nei giorni scorsi, non ha riservato sorprese. I tre candidati a presidente Marcello Manna, sindaco di Rende, Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza e Gianni Papasso, primo cittadino di Cassano, saranno sostenuti da sette liste complessive: due ciascuno a supporto di Manna e Occhiuto, tre dalla parte di Papasso. Com’è noto, si tratta di elezioni di secondo grado, quindi, saranno i consiglieri comunali ed i sindaci di tutti i comuni della Provincia – circa 2000 – ad eleggere il successore di Mario Oliverio ed i sedici consiglieri che andranno a comporre la nuova assise. Fra questi, un nugolo di sibariti.
In questa nuova riforma delle Province che non sembra piacere a nessuno, insomma, il cittadino elettore resterà a casa guardare altri che decideranno per lui. Fra i due schieramenti, comunque, la Piana può vantare l’unico candidato alla presidenza per l’area di centrosinistra, il socialista – col beneplacito del Pd – Gianni Papasso.
Sul fronte opposto, ancora una volta il centrodestra sembra “spaccato” in due: Occhiuto, da una parte, quella di Forza Italia, ed il rendese Manna dall’altra, quella di gentiliana ispirazione dell’Ncd. Nel dettaglio, ecco chi è stato schierato nelle liste a supporto dei tre aspiranti a presidente.

PAPASSO. Il sindaco di Cassano allo Ionio sarà appoggiato da tre liste civiche, come accennato. “L’Italia del meridione”, fra le cui fila ci sono Luca Di Salvo da Civita, Giovanni Matalone da Scala Coeli e Maria Antonietta Pandolfi da Nocara.
Più “voluminosa” la compagnia della Piana in “Provincia democratica” con Antonio Cersosimo da San Lorenzo Bellizzi, il coriglianese Giovanni Spezzano, il sindaco di Longobucco Luigi Stasi e Caterina Urso da Mirto Crosia.
Il rossanese Teodoro Calabrò insieme a Sonia Gradilone da San Demetrio e Gennaro Greco da Cassano, supporteranno Papasso in “Insieme per la Provincia”.

MANNA. Solo due i rappresentanti delle liste dalla parte del sindaco di Rende, uno dal Basso e uno dall’Alto Jonio. Si tratta di Luigi Sommario da Paludi nella lista “Laboratorio Civico” e del sindaco di Oriolo in “Nuova Provincia”.

OCCHIUTO. Il primo cittadino di Cosenza potrà contare su un “esercito” più ampio rispetto al suo collega d’oltre Campagnano. Con la lista “Calabria Futura” concorreranno il coriglianese Franco Bruno e Luigi Lirangi da Terranova da Sibari. Infine, ancora da Corigliano, Gioacchino Campolo rimpingua la lista “Patto fra comuni” insieme ai colleghi rossanesi Vincenzo Scarcello e Pietro Lucisano, con il sindaco di Crosia, Antonio Russo, che chiudono la rappresentanza della Sibaritide in corsa per un seggio nel Palazzo del Governo provinciale.

l.l.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*