Home / Attualità / Lega: «Il Sud aspetta un piano per le infrastrutture e i ministri perdono»

Lega: «Il Sud aspetta un piano per le infrastrutture e i ministri perdono»

«Mentre i ministri battibeccano giocando a chi la spara più grossa, la stessa maggioranza di cui entrambi fanno parte disperde i fondi del Recovery Fund in una miriade di minuscoli progetti che di fatto non si rivelano utili. E a farne le spese, sempre preso in giro, è il Sud d’Italia. Quanto ancora si continuerà ad abusare della pazienza dei cittadini meridionali?».

Così l’eurodeputato della Lega Vincenzo Sofo commenta il dialogo via Twitter intercorso tra la ministra ai trasporti Paola De Micheli, che proponeva una pista ciclabile sullo Stretto di Messina, per collegare Sicilia e Calabria, e il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, che risponde con ironia alla collega, auspicando che non le venga in mente di proporre una catapulta.

«Anziché esibirsi in questi teatrini – conclude – facciano qualcosa di concreto, strutturando un serio piano infrastrutturale che comprenda finalmente le regioni del Sud. Un solo piano, al posto dei mille piccoli progetti, che dia un senso al Recovery Fund. Incentivando, per esempio, anche le compagnie low cost perché non taglino le rotte aeree, ma anzi le intensifichino. Sul tema del crescente isolamento del Sud Italia pesa già infatti un’ennesima ulteriore minaccia: la paventata chiusura di alcune tratte aeree annunciate dal Ceo di Ryanair Wilson per il mercato italiano. Un appello per il premier Conte: che non siano anche in questo caso gli scali del Sud a essere sacrificati”. A rafforzare l’attenzione per il Sud e la Calabria il Consigliere Regionale della Lega Pietro Molinaro aggiunge che “questa realtà territoriale, rappresenta la locomotiva per la crescita del cibo Made in Italy e su questo si possono innestare progetti spendibili e concreti senza voli pindarici».


Commenta

commenti