Home / Attualità / Lega Calabria: Stasi non in grado di governare la grande città di Corigliano Rossano

Lega Calabria: Stasi non in grado di governare la grande città di Corigliano Rossano

“Caro Stasi, il tuo essere “super eroe” ha finito per trasformarti in “mister Mistero””

stasi“Il sindaco Stasi, anche se ha il cuore bizantino, siamo sicuri che abbia una visione politica della città unica di Corigliano Rossano?”. A chiederselo è Marika Reale, della segreteria regionale Lega Calabria, le cui riflessioni vengono fatte in veste non di “rappresentante di un partito di opposizione quale Lega Calabria , bensì come cittadina delusa ed amareggiata. Siamo in tanti orma convinti che la fusione non è stato un buon affare per Corigliano, non per campanilismo , quello ormai è stato metabolizzato da tempo ma come reale constatazione di decisioni che sanno di scippo istituzionale di più servizi importanti. Gli uffici comunali più importanti vengono trasferiti a Rossano, cosi’come i servizi sanitari, il decoro urbano da sempre, due pesi e due misure e così potrei continuare. Per ciò che mi riguarda se tutti i servizi funzionassero bene, potrei anche accettarlo ma così non è. Il punto è che se spostiamo l’attenzione solo sulla fusione, purtroppo sbagliata, perdiamo di vista le questioni più importanti. Personalmente non voglio accordarmi a critiche mosse in più occasioni solo per partito preso, ma vorrei andare oltre.

Ormai “l’enfant terrible” sta dimostrando di non essere affatto in grado di governare la grande città, un comune troppo importante per l’economia dell’intera Calabria. Potrei accusarlo di non aver messo in piedi nulla di ciò che promise in campagna elettorale ma preferisco tenere un profilo costruttivo e dargli, piuttosto che critiche, degli spunti di riflessione, prima che si possa pensare che la sottoscritta sia in mala fede o che fa critica per chissà quali interessi. L’estate e’ arrivata e puntualmente con il cambio stagionale si ripresenta la dolorosa questione dei rifiuti, diventata oggi con il problema del Covid, ancora di più una bomba ad orologeria. Tanti passi indietro sono stati fatti da quando la allora città di Corigliano parti’ con la differenziata ,siamo tristemente passati dal 60 al 40% di smaltimento, mentre Rossano continua con il suo misero 20%. Se solo il fenomeno Stasi si fosse circondato di una squadra efficiente, qualche risultato più dignitoso, sono sicura lo avrebbe raggiunto. Invece nulla. Lui dimostra di voler fare come il super eroe, capace di risolvere tutto da solo. Presunzione spesso fa rima con delusione. Tante idee accantonate, nessuna proposta accettata.

“L’ESSERE GIOVANE NON PUO’ LEGITTIMARE ALL’INFINITO TUTTI I FALLIMENTI”

Come quella di non voler concedere ad investitori privati di smaltire, in casa nostra, l’umido, un‘idea che sarebbe stata sicuramente vantaggiosa per l’ente poiché priva di costi. Infatti solo attraverso la realizzazione di un impianto nostro super tecnologico e non inquinante, a zero impatto ambientale, la terza città della Calabria avrebbe dato l’avvio verso una proficua risoluzione di questo grave problema che esiste in tutta la regione. Che fine ha fatto la trasparenza della comunicazione con i cittadini? Perché nessuno deve sapere come intende risolvere questo dramma territoriale? Diffidare e’ un male ma spesso dubitare aiuta a riflettere! Potrei continuare anche con la questione dei depuratori, la cui gestione ha sempre pesato tanto sulle spese dei cittadini di Corigliano per poi ritrovarsi penalizzati dall’incuria dei vicini rossanesi, colpevoli di inquinare la “perla dello ionio” e vederci negata ogni anno la tanto desiderata bandierina blu! Caro Stasi, il tuo essere “super eroe” ha finito per trasformarti in “mister Mistero”, il tuo essere giovane non può legittimare all’infinito i tuoi fallimenti. La giovinezza non può giustificare l’egocentrismo smisurato che stai dimostrando di avere.

Devo ammettere, la tua eloquenza ha avuto la capacità di ingannare tanti, che nonostante le divisioni ideologiche più volte ti hanno stretto l’ occhiolino, ma adesso la luna di miele è finita, con simpatia continuo a chiederti di darti una mossa, altrimenti chiedi scusa e togli il disturbo”.


Commenta

commenti