Home / Breaking News / Lampadine e Forza italia, il futuro è ancora un’incognita

Lampadine e Forza italia, il futuro è ancora un’incognita

In piedi solo il gruppo coriglianese delle Lampadine che probabilmente simpatizza per la novità assoluta. Anche Forza Italia potrebbe scindersi per dividersi in due tronconi

di LUCA LATELLA
lampadineDopo la diaspora, il futuro delle Lampadine sembra ormai segnato. La riunione in programma nei giorni scorsi per fare il punto della situazione, a seguto della scissione fra la costola coriglianese e quella rossanese, è stata di quelle interlocutorie. Pochi gli elementi emersi se non quelli dell’unità e della compattezza. La costola ausonica del movimento politico, nato per volontà di un gruppo di consiglieri comunali delle due ex città, avrebbe tutte le intenzioni di rimanere unita per prestare il proprio servizio politico alla città. In che termini, come e con chi, al momento è tutto da vedere. Anche perchè il gruppo composto da Giuseppe Turano, Angelo Caravetta, Fabio Olivieri, Antonio Ascente, l’altra sera, si è riunito attorno ad un tavolo solo per analizzare quello che è stato, verificare il presente ed esprimere, all’unisono, voglia di grande coesione.

Null’altro, dunque, anche se i soliti ben informati riferiscono che, saltata l’idea di concorrere in solitaria, più di qualche componente del gruppo avrebbe manifestato simpatie verso i volti nuovi e freschi della politica locale, con i quali è probabile che intavoleranno dei confronti già nelle prossime ore. Si vedrà.

FORZA ITALIA. Nel frattempo, anche un’altra compagine politica al momento non si è manifestata ufficialmente. Quella Forza Italia, contrassegnata da alcuni segni particolari: l’apparente mancanza di compattezza territoriale fra le anime coriglianesi del partito e quelle rossanesi, ma anche e soprattutto gli obiettivi politici. Non è affatto da escludere, dunque, che anche in questo caso possa verificarsi una scissione con una parte che appoggerà la candidatura a sindaco dell’ex consigliere regionale Giuseppe Graziano e l’altra a sostegno dell’ortopedico Gino Promenzio, presentatosi alla città proprio ieri.

Anche in questo caso, solo il tempo ­– presumibilmente saranno necessari i prossimi giorni – svelerà l’arcano mistero.


Commenta

commenti