Home / Attualità / L’amministrazione Stasi rilancia sul parco periurbano “Fabiana Luzzi”: sempre più luogo di aggregazione per famiglie

L’amministrazione Stasi rilancia sul parco periurbano “Fabiana Luzzi”: sempre più luogo di aggregazione per famiglie

«Ogni qualvolta mi accingo a pronunciare il nome della giovane Fabiana Luzzi, lo faccio davvero con estremo pudore e delicatezza». Con queste parole il consigliere di maggioranza Biagio Frasca apre la sua nota stampa in cui vuole sottolineare che: «In ragione di ciò, penso davvero che ognuno di noi dovrebbe essere molto più accorto quando affianca tale vicenda a questioni che potrebbero sembrare davvero futili e pretestuose. Risulta infatti evidente a tutti che la nostra amministrazione non ha mai spostato alcun ufficio e nessuna unità lavorativa presso il parco periurbano intitolato a Fabiana Luzzi, in quanto, sin dal nostro insediamento, alcuni uffici del settore manutentivo erano stati già spostati nelle “casette” interne al parco a seguito della inibizione dell’autoparco comunale di Contrada Bonifacio, risultato non a norma a causa della presenza di amianto».

«Quando questo accadde, paradossalmente, non ricordo alcuna levata di scudi da parte della politica cittadina, che ha sempre preferito invece un atteggiamento “ossequioso” nei confronti del Commissario prefettizio. Merita ricordare inoltre, che appena insediati, entravano nel parco anche i mezzi del manutentivo, cosa che abbiamo progressivamente limitato e vietato, proprio in ragione di una maggiore fruibilità del parco alle famiglie con bambini».

«Concludo questa breve nota in maniera costruttiva: l’amministrazione sta già lavorando ad un progetto per la rimozione dell’amianto dell’autoparco di Contrada Bonifacio, in modo da ricollocare il settore manutentivo presso la struttura comunale da tempo abbandonata».


Commenta

commenti