Home / Attualità / Lamensa scrive a Santagada e Campanella: uniamoci per scrivere il futuro di Castrovillari

Lamensa scrive a Santagada e Campanella: uniamoci per scrivere il futuro di Castrovillari

«Non sentitevi sconfitti, date valore alle vostre passate battaglie affinché la nostra città non sia più il fanalino di coda».

Il ballottaggio per le elezioni amministrative 2020 di Castrovillari è sempre più vicino ed il candidato del centrodestra, Giancarlo Lamensa, ha deciso di scrivere una lettera aperta indirizzata a Peppe Santagada e Pino Campanella, rispettivamente candidati a sindaco per le liste civiche e per il M5S e ai loro candidati ed elettori. Lamensa ha voluto esortare al raggiungimento di un comune obiettivo, per scrivere insieme nuove prospettive politiche.

Questo il testo integrale della lettera.

Cari amici, cari elettori,

avete combattuto, in questa prima fase di campagna elettorale, una chiara battaglia di alternativa al centrosinistra. La città e i cittadini, al 67%, complessivamente, hanno decretato con il vostro importante contributo che non gradiscono un governo di centrosinistra.

Ora, al ballottaggio, avete l’opportunità, per coerenza e conseguenza, di cambiare una politica che ha ridotto Castrovillari ed il Pollino a fanalino di coda. Intanto grazie e tanti complimenti per le battaglie che avete condotto dentro e fuori l’assise consiliare.

Una vostra diversa determinazione risulterebbe incomprensibile politicamente e, francamente, irrispettosa delle vostre battaglie.

E’ vero, ci sono io in campo con il centrodestra, ma Voi non vi dovete sentire sconfitti. Insieme, abbiamo concorso a palesare che le cose non vanno bene, e la città con noi tutti.

Vi garantisco che è mio unico interesse badare solo al bene della città ed alla buona politica. Sono latore dello stesso vostro messaggio, sono per un cambio di passo, con entusiasmo e tanta voglia di fare bene. I vostri argomenti, con i miei programmi, possono fare la differenza. Ho in mente la formazione di un esecutivo di alto profilo, per costruire le basi di un vero sviluppo del nostro territorio, anche insieme al vostro insostituibile contributo.

A Voi, a Peppe ai candidati delle civiche, al dottore Laghi, ai candidati tutti, all’amico Campanella ed ai suoi elettori, chiedo uno sforzo comune per scrivere nuove prospettive politiche e nuovi percorsi, alternativi ad un fare che, ad oggi, ha rivelato la sua inefficienza, la sua inconcludenza per la nostra città.

In questa tornata di ballottaggio, diversamente, rischieremmo di spostare vecchi mobili dentro la stessa solita casa, per avere una inebriante sensazione di novità’. Rischieremmo di uscirne con l’amaro in bocca, perché un minuto dopo non ci piacerà la nuova disposizione, nonostante gli sforzi profusi. Apriamo, invece, tutti i balconi e le finestre di quella casa, diamo la possibilità’ ai suoi abitanti di respirare aria nuova, di godere di nuove prospettive di luce, dove immaginare un futuro migliore.

Ma facciamolo insieme!!


Commenta

commenti