Home / Attualità / Laghi di Sibari, insabbiamento Stombi: Orlandino Greco chiede intervento Mario Oliverio

Laghi di Sibari, insabbiamento Stombi: Orlandino Greco chiede intervento Mario Oliverio

La foce del canale Stombi vista dall’alto

Pubblichiamo una lettera aperta del consigliere regionale Oralndino Greco indirizzata al Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, per quanto riguarda una possibile soluzione dell’annoso problema dell’insabbiamento della foce del canale stombi, che fa di accesso ai Laghi di Sibari.

Gentile Presidente,
le scrivo per portare alla Sua attenzione la condizione in cui versa il Canale dello Stombi presso i Laghi di Sibari.
Nonostante i numerosi tentativi di ripristino e sistemazione idraulica del canale con importanti investimenti del Comune di Cassano Ionio, attraverso l’utilizzo di fondi regionali tra il 2015 e il 2018, il canale risulta oggi completamente insabbiato ed i lavori per consentirne la navigabilità sono interrotti. I lavori di ripristino dell’officiosità idraulica, con progetto e relativa convenzione triennale di manutenzione, affidati dal Comune al Consorzio di Bonifica sono, infatti, scaduti lo scorso 4 luglio, ma ad oggi il canale non risulta ancora navigabile. Ovviamente tutto questo ha avuto effetti devastanti sulla capacità attrattiva dell’intera area con gravi conseguenze per i lavoratori del cantiere e le attività turistiche. Sono sempre più vibranti le proteste dei diportisti che, non potendo transitare lungo il canale, stanno abbandonado l’area senza farvi più ritorno. Una vertenza, questa, che verrà discussa anche il 17 luglio in Prefettura su richiesta dell’Associazione “Laghi di Sibari”, ma che necessita di un intervento immediato al fine di superare la condizione di emergenza in cui versa tutta l’area di alto valore turistico ed ambientale.

Sono sempre più numerosi i cittadini, le associazioni ed i diportisti che esprimono forte dissenso nei confronti delle istituzioni che non sono state in grado negli anni di valorizzare e né mantenere un’area con uno straordinario potenziale di attrazione turistica e di riferimento d’eccellenza per la portualità turistica calabrese. Vi sono, altresì, segnali allarmanti di pericoli di allagamenti di case, che dovrebbe anche interessare la protezione civile, per il conseguenziale innalzamento del livello acqueo delle darsene, nonchè di pericoli di carattere ambientale per la conseguenziale eutrofizzazione delle acque che trasformerebbe in ambiente malsano l’intero villaggio turistico. Per queste ragioni le chiedo di convocare nel più breve tempo possibile tutti gli attori istituzionali ed i rappresentanti della società civile coinvolti, al fine di individuare una soluzione comune che possa finalmente rendere il canale libero e navigabile, superando le problematiche dovute all’insabbiamento e completando i lavori di ripristino e manutenzione dell’intera area costiera. Nel garantire piena disponibilità e impegno per il superamento della problematica, certo di un suo favorevole riscontro, colgo l’occasione per porgere i più cordiali saluti.

Orlandino Greco

Commenta

commenti