Home / Breaking News / «La nomina di Lo Polito al GAL Pollino sviluppo sembra non interessi a nessuno, ma a noi sì!»

«La nomina di Lo Polito al GAL Pollino sviluppo sembra non interessi a nessuno, ma a noi sì!»

Il nucleo cittadino di Fratelli d’Italia è intervenuto sulla nomina del Sindaco di Castrovillari al Gal Pollino svilutto

In pieno clima post covid i cittadini vengono  trascinati nel gioco della distrazione, facendosene beffa  e nascondendogli  la verità, ovvero un incarico che ha tutto il sapore di campagna elettorale essendo il Gal il sostenitore della creazione d’impresa locale tramite le misure contenute nel Piano di Sviluppo Locale. Ma di questo noi ne avevamo la certezza; anche se volevano propinarci la decisione del passo indietro che poi si è trasformato in un passo avanti, grazie alla richiesta dell’attuale maggioranza  al sindaco di mettersi nuovamente a servizio della città, con il chiaro obbiettivo di continuare a gestire la “cosa pubblica”. Ma purtroppo l’amministrazione attuale sembra solo interessata e asservita alla campagna elettorale del Sig. Sindaco, che imperversa ogni giorno sui social e in radio non consentendo a nessun altro di rappresentare l’amministrazione usando gli stessi mezzi.
Dunque i prescelti al Gal erano già stati individuati dall’onnipresente Presidente del Parco, che per non svelare l’accordo e l’aiutino ha addotto motivazioni alte, del tipo “continuare ad accompagnare i diversi interventi a favore del comprensorio in attesa dello svolgimento della tornata elettorale di settembre…”. Motivazioni nobili, quasi commoventi .
Ovviamente grazie al nuovo incarico ci aspettiamo che il primo cittadino inizi ad allungare ombre sulla Regione Calabria, sulle mancate risposte date al territorio, sulla colpa che è sempre e comunque degli altri. Un sindaco insomma che in pieno clima vacanziero, contando sulla distrazione collettiva, cercherà di non avere problemi davanti alla cittadinanza nonostante il dissesto, il buio amministrativo, e che pensa di poter manovrare  facendo dimenticare otto anni di completo disastro. Noi siamo qui ogni giorno per ricordargli che non è più tempo di prendere in giro la città.


Commenta

commenti