Home / Breaking News / La meglio gioventù. Viaggio fra l’età media degli amministratori jonici

La meglio gioventù. Viaggio fra l’età media degli amministratori jonici

di SAMANTHA TARANTINO

lettieri-grandeQuote rosa ed età media della giunta. Un curioso zoom nelle stanze dei bottoni dei rappresentanti dei comuni della Sibaritide.
E tra le colline delle comunità dell’entroterra del Basso e dell’Alto Jonio, fino ad arrivare alle distese pianeggianti delle realtà costiere, passando per le due città più grandi, Rossano e Corigliano, abbiamo fatto un po’ i conti tra le carte d’identità di sindaci ed assessori.
Tra questi, Luigi Lettieri, primo cittadino di Cropalati, è risultato essere il più giovane di tutti, con i suoi 33 anni, seguito a ruota dal suo collega di San Lorenzo Bellizzi, Antonio Cersosimo, che di anni ne ha 39. A proposito di freschezza, con una media di 31 anni appena, la giunta comunale di Terravecchia è quella più giovane.
Agli antipodi, la piccola realtà di Oriolo è amministrata dall’esperto sindaco Giorgio Bonamassa, 75 anni, seguito da Paolo Montalti sindaco di Villapiana che con le sue 70 primavere guida la città costiera.
E con un’età media di 59 anni la città ausonica di Corigliano ha una delle giunte più in là con gli anni.
Per quanto riguarda la carica di presidente del consiglio, mentre nei comuni più piccoli spesso coincide con il sindaco per vecchi statuti comunali, le assise più grandi hanno una rappresentanza comunale a sé. L’età media è comunque intorno ai 45 anni, in quanto ci si affida solitamente all’esperienza dei consiglieri anziani. Tuttavia Villapiana riserva un’altra curiosità: il presidente del consiglio più giovane, classe ’82.
Ma quali sono i Comuni che tingono di rosa le poltrone delle loro assise civiche?  Roseto Capo Spulico, la città del castello federiciano, è amministrata da Rosanna Mazzia che con la collega Giovanna Panarace, primo cittadino di Canna, l’eco-comune dell’alto Jonio, rappresentano così gli unici due sindaci donna della Sibaritide, entrando dritte dritte tra le 1063 amazzoni alla guida dei comuni italiani.
Ed accanto ad una media di 1 o 2 donne per esecutivo rapportate al numero complessivo, presenti un po’ in tutti i comuni interni e quelli costieri, Villapiana e Rocca Imperiale tra i loro assessori si fregiano di  quelle più giovani. Infatti al dinamismo delle due amministratrici Stefania Celeste di 27 anni e Rosa Falabella, 26, della marittima Villapiana, si  affianca la freschezza dei 24 anni di Brigida Cospito di Rocca, confermandosi come assessore più giovane in assoluto anche tra i colleghi uomini.
Restando in ambito femminile, Corigliano batte Rossano per 2 a 1. Gli assessori bizantini, la cui media raggiunge 42 anni, però, battono i colleghi ausonici, mediamente 18 anni più in là.

GIOVENTÙ VILLAPIANESE. Entusiasmo e competenza con la freschezza della gioventù.
Lo sa bene Michele Mauro Grande, il più giovane presidente di consiglio comunale. «Con orgoglio – ha detto all’Eco – porto la fascia tricolore istituzionale, che esalta ancora di più una carica così importante, forse poco compresa, ma che in realtà ha un ruolo strategico». E come un esperto funambolo riesce a mantenere gli equilibri di ogni seduta civica, indica la ricetta per un governo vincente. «Tagli agli sprechi e gestione della cosa pubblica come in casa propria».
Insomma, non c’è che dire una discreta varietà attraversa l’arco jonico cosentino. Accompagnati dal profumo aspro dei limoni e da quello dolce delle clementine, passando da tradizioni e storia, le amministrazioni guidano le realtà comunali, tra l’ esperienza dei veterani e la caparbietà dei giovani, senza tralasciare quell’allure tutta femminile, che non guasta mai.

Commenta

commenti

1 Commento

  1. La giovinezza aiuta sempre ma pensiamo che la giovinezza delle menti sia più importante della giovinezza anagrafica ed a Roseto Capo Spulico si perseguono entrambe.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*