Home / Attualità / La FAISA-CISAL annuncia lo sciopero e chiede un incontro a Ias Scura

La FAISA-CISAL annuncia lo sciopero e chiede un incontro a Ias Scura

La FAISA-CISAL Calabria scende in campo in favore dei lavoratori della Ias Scura e prometto sciopero per il 26 settembre: «Noi – sottolinea l’esecutivo nazionale Antonio Sibio – chiediamo all’azienda di non latitare e di convocarci il prima possibile perché abbiamo molte cose da dire. Bando alle ciance e si instauri un tavolo con i lavoratori». Assieme all’esponente del Sindacato anche il segretario provinciale Francesco Bruno.

Nell’incontro svoltosi nel bar tavola calda Pegaso in Corigliano Rossano si è confermato lo sciopero del 26 settembre, ma nonostante ciò la FAISA-CISAL sottolinea come ci sia tutto il tempo per incontrarsi e confrontarsi.

«Ci sono tanti problemi dei quali dobbiamo discutere. L’azienda non può far finta di non voler capire le nostre esigenze». A cosa si riferisce Sibio? «La Ias Scura ha disatteso l’accordo aziendale al punto che ci ha costretto a recedere da quest’ultimo. Inoltre, ha mantenuto un atteggiamento che ancora non abbiamo capito in relazione alle misure anti-Covid. In questo quadro – afferma l’esecutivo nazionale – ai lavoratori si chiedono delle attività non dovute per contratto nazionale».

Infine, la denuncia nei confronti di un accanimento nei confronti di un autista: «Si tratta di un dipendente che è stato vittima di una sequela di contestazioni riguardanti delle multe banali. Lo stesso si è ritrovato in mezzo alla strada senza alcun motivo».


Commenta

commenti