Home / Attualità / La Città che vorrei, i giovani incontrano l’Amministrazione Comunale

La Città che vorrei, i giovani incontrano l’Amministrazione Comunale

Si terrà mercoledì 4 dicembre, alle ore 16, presso l’Auditorium dell’ITIS Majorana della dirigente De Martino la cerimonia di premiazione de LA CITTA’ CHE VORREI, un concorso di idee promosso dall’Inner Whell Corigliano Rossano Sybaris lo scorso anno scolastico, in vista delle imminenti elezioni amministrative che ci avrebbero traghettato verso la prima stagione di governo della nuova città unita.

Il progetto è stato ideato e promosso dalla Past governor Franca Tripodina Mazzei, storica professoressa di matematica del Liceo classico San Nilo, poi appassionata Dirigente scolastico del Liceo scientifico di Rossano e fondatrice dell’indirizzo Linguistico che in queste settimane è salito agli onori della cronaca per essere il migliore della Regione.

Da sempre vicina e attenta al mondo giovanile, quindi, la preside Mazzei ha proposto questo percorso di cittadinanza attiva e consapevole, che è stato accolto e condotto con entusiasmo dalle innerine tutte e, in particolare, dalla Commissione, composta dalle attivissime Ombretta Minnicelli, presidente uscente, Lucrezia Labonia, presidente annuale, Diletta Vulcano, Lina Persiani, Maria Vennari, Adele Spezzano, Wanda Taverna, Amalia Romanello, Marina Fino, . Porgerà i saluti, durante la manifestazione, anche la Segretaria, Loretta Marchianò.

Gli studenti dei trienni delle scuole secondarie superiori, quindi, sono stati chiamati ad esprimersi, stimolando in loro quella voglia di protagonismo che li ha resi vivi e orgogliosi nel partecipare, con le proprie proposte, alla costruzione di una città più moderna e più adeguata alle continue e veloci trasformazioni in atto e future.

I concorrenti, quindi, stimolati dai Dirigenti scolastici e affiancati dai docenti referenti, hanno riflettuto sulla costruzione di una città da non abbandonare, ma nella quale possa essere bello restare, da cittadini attivi e consapevoli dell’identità culturale e delle vocazioni ad essa connesse.

Questo l’appassionato “urlo” sottostante all’idea progetto: Corigliano Rossano deve voler essere una città (anche e soprattutto) dei giovani e per i giovani, capace di arrestare la dissanguante fuga di cervelli che sta marcando la storia contemporanea del nostro sud, firmando cosi una pagina di controtendenza.

E allora nessuno meglio dei giovani stessi poteva provare a delineare il profilo di questa realtà migliorata e migliorabile, analizzata prima nei punti salienti delle sue carenze attuali e prefigurata, poi, nei tratti futuribili di una “città del sole”… ma solo perché mediterranea, e non perché mera utopia.

Allora l’appuntamento è d’obbligo. E’ doveroso, per i ragazzi tutti (oltre a quanti hanno direttamente partecipato al concorso), partecipare, anche con interventi e osservazioni; e per il mondo adulto, andare, rispettosamente, ad ascoltarli questi nostri giovani. A loro la parola.

Proprio per dare il segno di questo protagonismo nei fatti e non solo nei principi, a moderare e condurre l’incontro sarà il giovanissimo Saverio Forciniti, rappresentante degli studenti del Liceo scientifico di Rossano, socio molto attivo di Rossano purpurea Area giovani ed impegnato nelle battaglie sociali sull’ambiente e il futuro.

Parola ai giovani, signori! L’augurio è che a loro il Sindaco e gli Amministratori riescano a dedicare la massima attenzione sin da questo primo quinquennio di governo. Ben formati e consapevoli che i sogni vanno coniugati con la fattibilità, molte delle proposte che martedì gli studenti presenteranno sono a misura di realtà: spazi riservati alla loro creatività e ad uno stare insieme qualificato, costante attenzione all’ambiente e alle sue risorse e, principalmente, un respiro moderno, efficiente e trasparente della macchina cittadina sono i punti salienti di quanto ci regaleranno il 4 dicembre i ragazzi per raccontarci LA CITTA’ CHE VORREI.


 

 

Commenta

commenti