Home / Attualità / La Cisl ricorda la figura di Peppino Pennini dopo la sua improvvisa scomparsa

La Cisl ricorda la figura di Peppino Pennini dopo la sua improvvisa scomparsa

Russo e Lavia:«L’improvvisa scomparsa di Peppino Pennini lascia un vuoto enorme nella CISL. La sua vita testimonianza di impegno sociale»

«Peppino Pennini – ha affermato Giuseppe Lavia, Segretario Generale Provinciale della CISL di Cosenza, ricordando durante la cerimonia funebre l’amico improvvisamente scomparso – è un grande Sindacalista della CISL, uomo di tante battaglie per il lavoro e per lo sviluppo. Il volto ed il cuore della CISL a Cassano. La sua vita è la storia di mezzo secolo di orgogliosa militanza cislina: dalla FISBA, la Federazione dei braccianti agricoli, alla Segreteria della CISL del Comprensorio di Rossano, alla Segreteria della Federazione dei Pensionati. Un percorso coerente ed un impegno competente nel nostro Patronato INAS, di cui è stato capace Direttore. Una vita al servizio degli altri. Una testimonianza di passione civile che lo ha portato naturalmente alla politica: Assessore a Cassano, Consigliere provinciale e capogruppo del Ppi, in un cammino lineare di ispirazione democratico-cristiana. Peppino Pennini ha, inoltre, ricoperto con rigore l’incarico di Presidente del Comitato Provinciale dell’INPS.

Le parole dei suoi interventi appassionati – ha proseguito Lavia – vibrano ancora oggi nell’aria. Forti e vigorose. Parole di verità e di lotta. Perché, come amava ripetere Peppino Pennini, senza lavoro non c’è libertà e legalità. Perché se non c’è lavoro fra gli ulivi, come recitava uno striscione di una manifestazione che Peppino guidò, non c’è autentica dignità della persona».

Per Tonino Russo, Segretario Generale Regionale della CISL, «Peppino Pennini, è stato di esempio per un’intera generazione, amico, collega preparato e motivato. Dentro la Cisl territoriale ha svolto con impegno, passione e competenza il suo lavoro al servizio degli altri, di lavoratori e pensionati, degli ultimi, senza risparmiarsi».

Per Peppino Pennini la CISL era una missione, la sede di Cassano la sua casa. Per questa ragione, dopo il rito religioso, la salma ha sostato davanti alla sede della CISL di Cassano, dove decine di dirigenti ed iscritti hanno tributato un ultimo sentito saluto ad un autentico protagonista di pagine di impegno sociale e civile delle nostre comunità.

La sede della Cisl di Cassano era la sede di Peppino Pennini e lo sarà per sempre. Infatti, annuncia il Segretario Generale della CISL provinciale Giuseppe Lavia, «a breve sarà intitolata a lui: “Sede CISL Peppino PENNINI, SINDACALISTA. Ad eterna memoria”».


 

Commenta

commenti