Home / Amministrative 2019 / La CGIL replica al candidato a Sindaco Giuseppe Graziano

La CGIL replica al candidato a Sindaco Giuseppe Graziano

fusioneLa CGIL Pollino-Sibaritide-Tirreno, nella persona del Segretario Generale Giuseppe Guido, risponde al candidato a Sindaco Giuseppe Graziano. Nella serata di ieri, il leader de Il Coraggio di Cambiare, tramite una diretta Facebook, oltre al suo competitor Flavio Stasi, ha anche citato una sigla sindacale territoriale che, a suo dire, lo avrebbe accusato di voto di scambio e non solo.

«Apprendiamo – esordisce il comunicato della CGIL – di sterili, isteriche, raffazzonate e diffamanti affermazioni rivolte contro la Cgil dal candidato a sindaco della Città di Corigliano Rossano, Giuseppe Graziano. Nella nostra risposta, gli atti, non le mere parole. Il candidato de quo dice che la Cgil lo avrebbe accusato di voto di scambio.
Nulla di più falso!  Con un tweet di alcuni giorni fa, che pubblichiamo in calce alla nota, il segretario generale della Cgil Comprensoriale non cita alcuno dei candidati.
Graziano si sente tirato in ballo? Chissà perché, poi».

La sigla sindacale continua nella nota: «In merito all’avvio dei lavori di ammodernamento della SS 106 tra Sibari e Roseto, al candidato risulta che sia tutto fermo. Nell’interesse della collettività, si informi meglio! Per amore di chiarezza si riporta il comunicato stampa del “Tavolo Territoriale delle Costruzioni” con cui si informa tutti che, in attuazione del protocollo sottoscritto nel 2018 ai sensi dell’art. 113 del CCNL di settore, è stata attivata dal Consorzio SIRJO casella email dedicata all’invio delle candidature per le selezioni. Gli interessati, dal 14 maggio u.s, possono avvalersi del supporto delle organizzazioni sindacali e delle organizzazione datoriali per l’invio delle schede. La Cgil Pollino Sibaritide Tirreno, nel ribadire la propria autonomia e nel riaffermare l’assoluta libertà di voto da sempre riconosciuta ai suoi iscritti, comunica – infine – che ha dato mandato all’ufficio legale di valutare se le affermazioni di Graziano ledono l’onorabilità e l’immagine del sindacato per porre in essere ogni utile azione a difesa dell’organizzazione».


 

Commenta

commenti