Home / Attualità / Incidente probatorio per tre presunti scafisti dello sbarco del 26 maggio

Incidente probatorio per tre presunti scafisti dello sbarco del 26 maggio

Incidente probatorioSaranno sottoposti oggi  ai tre presunti scafisti fermati dalla Polizia. Nell’ambito delle indagini sullo sbarco di 635 migranti avvenuto nel porto di Corigliano Calabro il 26 maggio scorso. Si tratta dei 24enni  THALED Khalede e DEJ Ahmad, entrambi di origine siriana, difesi dall’avvocato Stefania Fasano, e del 22 Alakari Siraj, libico, difeso dall’avvocato Pino De Luca.

INCIDENTE PROBATORIO

I tre, secondo l’accusa, avrebbero organizzato stabilmente una struttura di persone, che, avvalendosi di mezzi di trasporto terrestre e navale, con ripartizione di ruoli e compiti operavano per procurare l’accesso illegale di stranieri nel territorio italiano. Intorno agli sbarchi ormai da più tempo le forze dell’ordine stanno portando avanti svariate indagini. Si cerca di capire chi ci sta dietro e chi favorisce questo fenomeno. Sempre più probabile esiste un giro di soldi legato ai viaggi della speranza. I tre stranieri accusati di favorire il flusso di clandestini dovranno fornire spiegazioni più che attendibili al magistrato. Gli scafisti compariranno oggi per l’incidente probatorio.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenta

commenti