Home / Breaking News / Inaugurazione Parco Sibari, Oliverio: questa giornata sia l’inizio di un percorso

Inaugurazione Parco Sibari, Oliverio: questa giornata sia l’inizio di un percorso

DI SAMANTHA TARANTINO

PARCO SIBARIparco sibariSibari, importante colonia della Magna Grecia è tornata a risplendere. Una giornata quella di oggi, sentita e definita storica da tutti. Il Parco Archeologico di Sibari ha accolto dopo 4 anni, tanti visitatori, famiglie, esponenti del mondo politico regionale e locale. In molti sono arrivati per rendere omaggio alla magnificenza della grande Sibari. Tutto si era interrotto da quel 18 gennaio 2013, quando il fiume Crati esondò,coprì completamente gli scavi emersi fino ad allora. In poco meno di due anni il segretariato regionale del Mibact per la Calabria è riuscito a chiudere i lavori. Adoperando un finanziamento di 18.000.000 milioni di euro. Una festa per il territorio,per l’intera Sibaritide grande un tempo, in cerca d’identità oggi. In tanti sono arrivati per camminare nuovamente nel Parco Archeologico.

PARCO SIBARI: GLI OSPITI PRESENTI

Presenti i sindaci della piana,tra cui il primo cittadino di Rossano, Stefano Mascaro, con l’assessore Aldo Zagarese. Il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio. Il sottosegretario di Stato, Ministero dei beni e delle attività Culturali e del turismo, Dorina Bianchi. L’onorevole Enza Bruno Bossio. L’arcivescovo della diocesi di Cassano, Francesco Savino. La direttrice del Polo Museale della Calabria, Angela Acordon. La direttrice del Museo nazionale Archeologico della Sibaritide, Adele Bonofiglio. Francesco Prosperetti, Soprintendente Speciale per il Colosseo e l’Area Archeologica di Roma. Dora di Francesco, Dirigente del Servizio Programmazione Strategica Nazionale e Comunitaria del Segretariato Generale. Salvatore Patamia, Segretario Regionale del Ministero dei beni e delle Attività Culturali e del Turismo della Calabria. Beatrice Costa, Responsabile del Settore Programmi di Action Aid. E molti altri esponenti del mondo politico, industriale ed economico della Regione.

PARCO  SIBARI: PRESIDENTE OLIVERIO

Una giornata emozionante in cui palpabile è stata l’unicità di sentirsi calabresi. Come ha più volte sottolineato la direttrice Bonofiglio. “Ricordo il fango di quei giorni bui – ha detto il Presidente Oliverio. Oggi finalmente è tornata la luce per uno dei parchi archeologici più vasti d’Europa, di eccellenza mondiale. Sibari è un patrimonio dell’umanità. Dobbiamo lavorare – continua il governatore Oliverio – affinchè si compia il percorso della Magna grecia. Partendo da Sibari, passando per Crotone, Locri fino a Reggio. Si lavora affinchè sia adeguatamente valorizzato. E diventare attrattore per la nostra Regione e per i flussi turistici”. Tante le opere nuove e di riqualificazione. In primis il punto accoglienza dell’area del parco del Cavallo e Il nuovo Museo Ippodameo. Che va integrarsi con quello già esistente. Un’opera di sfangamento attuata attraverso pompe idrovore e trincee drenanti, visibili al visitatore. Il percorso comodamente delineato da corridoi, è stato dotato di impianti di illuminazione. Una festa per una terra che si riconosce nelle proprie radici.

PARCO SIBARI: ONOREVOLE BIANCHI

“E’ stata restituito il parco non solo ai calabresi – dice il sottosegretario  di stato Ministero dei beni e attività culturali e del turismo, Dorina Bianchi – ma a tutti i turisti che arrivano qua. Noi abbiamo la possibilità oggi di far rivivere dei luoghi che hanno grande interesse culturale. Deve essere un motivo di orgoglio per noi tutti. Questo è un luogo attrattore turistico anche per altre bellezze, quali le grotte di Sant’Angelo, il codice Purpureus di Rossano, il mare, passando per l’enogastronomia. Come Ministero per il turismo – conclude la Bianchi stiamo lavorando molto per la strada della Magna Grecia, che parte da Taranto fino a Siracusa”.

PARCO SIBARI: OLIVERIO SINERGIA TRA REALTA’ LOCALI 

“Un patrimonio per i nostri giovani – così definisce questo luogo il Presidente Oliverio – I ragazzi devono riscoprire l’orgoglio di appartenere a questa terra. Questo è un patrimonio non delocalizzabile,unico al mondo. Questa giornata deve essere l’inizio di un percorso. Dobbiamo proiettarlo in uno scenario internazionale. Ho proposto come Regione che il percorso della Magna Grecia sia allocato nella programmazione operativa nazionale(fondi Pon). Sono risorse che gestisce il Ministero destinate alla Calabria.Abbiamo proposto di concentrarle sul percorso Magna Grecia. Sibari in questo percorso è fondamentale.Dobbiamo lavorare per mettere in sinergia le realtà locali e le istituzioni, le comunità e i cittadini. Far comprendere – conclude il Presidente Oliverio – il valore che abbiamo. La leva più efficace che si ha è la consapevolezza delle comunità. Ciò solleva anche le montagne. Per questo dobbiamo spingere in questa direzione”.

PARCO SIBARI: DIRETTRICE ADELE BONOFIGLIO

“ Sibari è un bene identitario, non è solo un discorso prettamente culturale – riferisce la direttrice Bonofiglio. Erano ben sette cantieri tutti molto impgnativi soprattutto quelli riguardanti l’spirazione dell’acqua. Le alte professionalità del Mibact sono riuscite a risolvere i problemi tecnici in tempo utile e rispettando i tempi di consegna. Mi sento molto orgogliosa non solo come direttore di un Museo del Mibact, quale è Sibari, ma come calabrese. Sibari è identità propria della Calabria”.

 

 

Commenti
Inline
Inline