Home / Breaking News / Inaugurata la sede del movimento “Rossano prima di tutto”

Inaugurata la sede del movimento “Rossano prima di tutto”

di REDAZIONE

rossano-prima-di-tuttoSabato scorso, 23 gennaio, il movimento “Rossano prima di tutto” ha inaugurato la propria sede alla presenza di oltre duecento tra cittadini, amministratori del territorio, associazioni e volti noti della politica locale. Giuseppe Antoniotti, già sindaco della Città e candidato alle prossime elezioni amministrative che si terranno nel mese di maggio, ha accolto curiosi e simpatizzanti sulla scia di un impegno volto ad assicurare ascolto e confronto con i cittadini, in piena continuità con le buone direttive che hanno caratterizzato l’ultima esperienza di gestione comunale del centrodestra.
Presente l’intero quartier generale dell’Udc, partito che da tempo è sceso in campo a sostegno della candidatura del Primo cittadino uscente, guidato dal massimo referente locale Mario Smurra e da Giovanni Caruso, che da poco è stato riconfermato alla guida della segreteria cittadina del partito della vela crociata. Insieme a loro anche gli ex assessori Giandomenico Federico, Sergio Stamile, Natale Chiarello e Rodolfo Alfieri.
Tra i presenti anche molti dei consiglieri che durante l’ultimo mandato elettorale hanno composto l’Assise civica, da Patrizia Uva a Lorenzo Antonelli e poi, ancora, Domenico Napolitano, Teresa Campana, Antonio Barone e il già capogruppo di Forza Italia Adele Olivo.
Hanno presenziato vari amministratori del territorio, associazioni e tanti esponenti della vita politica e culturale locale e del comprensorio che hanno risposto con entusiasmo all’invito. Tra questi, il sindaco di Crosia, Antonio Russo, in attesa della nomina a consigliere provinciale che – come dichiarato nei giorni scorsi dallo stesso Antoniotti – garantirà alla Sibaritide e in particolare al basso Jonio e alla Valle del Trionto una presenza qualificata e di spessore all’interno dell’ente Provincia.

E poi, ancora, l’ex sindaco della Città Orazio Longo.
«Il Movimento non persegue il mero scopo elettorale – ha scandito Antoniotti nel suo saluto – ma al contrario, nascendo come reazione ai giochi di potere imbastiti da alcuni partiti che hanno tradito la nostra Città, vuole proporsi come elemento di confronto e sintesi per continuare a garantire, nell’ottica della continuità amministrativa, un programma di sviluppo concreto alla comunità. Certo – ha aggiunto – in queste ore c’è in atto una manovra politica oscura e trasversale che, a tutti i costi e in barba ad ogni credo o appartenenza, vuole mettere le mani sul Comune. Probabilmente anche per questo abbiamo pagato in prima persona la scelta di mantenere alta la dignità di questa comunità.Perché – ha poi concluso Antoniottiper noi gli interessi di Rossano e dei rossanesi vengono prima di tutto».

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*