Home / Attualità / In pericolo i due lavoratori asserragliati sui camini dell’Enel – GUARDA VIDEOMESSAGGIO

In pericolo i due lavoratori asserragliati sui camini dell’Enel – GUARDA VIDEOMESSAGGIO

Forti raffiche di Ponente mettono a rischio la vita di Pontelli e Agrippino da ieri asserragliati sulle ciminiere  a 110 mt d’altezza. Ancora nessuna novità

Sono da ieri mattina asserragliati sui camini della centrale turbogas di contrada Cutura-Sant’Irene dopo essere stati licenziati dalla società che si sta occupando per conto di Enel dello smantellamento del vecchio impianto termoelettrico. Davide Agrippino e Carmine Pontelli stanno aspettando, da più di 24 ore ormai, che si facciano vivi i dirigenti della società energetica per poter avviare un confronto, si spera risolutivo, sulla loro vertenza.

Intanto rimangono a 110 metri d’altezza, da soli e senza il supporto di nessuno. E con il forte vento di ponente che sferza a più non posso. È inutile dire che sono in pericolo di vita. I due lavoratori stamattina hanno inviato alla nostra redazione un videomessaggio che vi proponiamo a seguire.


Commenta

commenti