Home / Attualità / Il Sud derubato: 840 miliardi di euro sottratti per spostarli al Nord

Il Sud derubato: 840 miliardi di euro sottratti per spostarli al Nord

Sono numeri da capogiro e fanno inorridire. Chi pensa di vivere in uno Stato che non conosce cittadini di serie A e di serie B deve arrendersi all’evidenza dei numeri: 840 miliardi di euro. Questa è la cifra abissale sottratta al Sud per favorire il Nord dal 2010 al 2017, una media di 46.7 miliardi annui.

Facendo un ragionamento il più invasivo possibile, ogni meridionale si è visto soffiare da sotto il naso ben 3.000 euro. A darne notizia è la fonte autorevole dell’Eurispes, ossia il maggiore Ente privato italiano che si occupa di studi politici, economici e sociali.

Intanto, poco importa se il sud Italia sta conoscendo uno spopolamento degno delle grandi emigrazioni degli antenati di questa terra. Interessa relativamente che la Calabria è ultima su di una scala europea delle regioni dove è più semplice trovare lavoro.

A nulla servono i dati agghiaccianti dell’economia della punta dello stivale, ormai stagnante e senza nessun riscontro positivo da semestri. Infine, da Roma, continuano a fare orecchie da mercante anche di fronte agli accorati ultimatum di Bruxelles di maggiori investimenti per il Sud. Niente di tutto questo, solo il desolante dato di fatto di essere trattati da colonia e di vivere con la condanna di essere visti come nullafacenti e sanguisughe del nord.


Commenta

commenti