Home / Breaking News / Il PD chiede l’azzeramento della giunta. Ma Mascaro va avanti

Il PD chiede l’azzeramento della giunta. Ma Mascaro va avanti

Il capogruppo consiliare del Partito Democratico di Rossano, Antonio Micciullo, e il consigliere Daniela Topazio non usano mezzi termini e chiedono l’azzeramento della giunta al Sindaco Mascaro. Parlano di “inezia” e “mancanza assoluta di efficacia amministrativa”. “Cinque mesi orsono, al momento di sottoscrivere e sostenere il progetto politico per Mascaro sindaco – scrivono i due esponenti del PD – pensavamo che per il bene della città gli unici limiti da porci dovessero essere le smisurate ambizioni di cambiamento”. Altro che cambiamento, secondo i due: qui è tutto fermo e non si stanno facendo gli interessi della città.

TANTO MALCONTENTO Questo, in sostanza, il messaggio lanciato dai due consiglieri. A loro avviso non solo non si sono mantenuti gli impegni con gli elettori, ma si è andati in una direzione diametralmente opposta. “In solo quattro mesi si è data prova di una costante inettitudine nell’affrontare la quotidianità della vita amministrativa”. Accuse gravissime. Che arrivano da una forte componente della squadra di governo. Che in giunta ha ben due rappresentanti. Un PD spaccato e lacerato. Ma che vuole comunque contare di più. Non ha fatto, però, i conti con la “squadra” di Caracciolo. Il cui peso politico è incisivo. Caracciolo è consigliere di RossanoFutura, ma pur sempre un iscritto del PD. E in consiglio, insieme a Marinella Grillo, ha il suo peso. Oltre che su Mascaro come persona non ha molte remore. Sa che è ostaggio di alcuni meccanismi interni.

LA “LOTTA” INTERNA CON GRAZIANO Poi c’è il “braccio di ferro” con il movimento di Graziano, “Il Coraggio di Cambiare l’Italia”. Che sta portando a tutto questo. Ma Micciullo è contro Mascaro o contro Graziano? Chi dei due gli è inviso? Mascaro non gli ha dato quel posto in giunta che magari si aspettava. Quindi, facendo due conti, la soluzione è semplice. Lo stesso Sindaco ha “scontentato” Graziano per la vicenda-Candiano. Ma non solo. A Graziano non sono andate giù tante altre cose. In primis il fatto che Mascaro vuole fare il Sindaco in maniera autonoma e senza diktat. Ormai tra i due è “guerra” politica. Seppur ancora non palesata. Mascaro potrebbe perdere la pazienza. Da fonti ben attendibili, pare si sia stancato di questo essere continuamente attaccato. Da ogni fronte. I suoi fedelissimi gli fanno quadrato. Ma le forze che lo vorrebbero defenestrare sono in agguato.

MASCARO DOVREBBE RACCONTARE TUTTO AI CITTADINI Il PD, comunque, chiede, alla luce del tanto malcontento che c’è tra la popolazione (basti pensare alla vicenda, trattata davvero in maniera poco ortodossa, dell’assistenza fisica), l’azzeramento immediato della giunta messa su da Mascaro. E parla di “continuità amministrativa” con la precedente amministrazione. Perché Rossano “non può permettersi di giocarsi tutto il suo patrimonio e il suo futuro con l’ennesimo stupido bluff”. Cosa farà adesso Mascaro? Ormai è evidente che in molti ne vogliono “la testa”. Mascaro, che di politica non vive in quanto fa l’imprenditore agricolo da anni, qualcosa, a questo punto, dovrebbe fare: scendere in piazza e dire ai cittadini come stanno realmente le cose. Per chiarire, una volta per tutte, la situazione. O dentro o fuori.

(fonte La Provincia)

Commenti