Home / Breaking News / Il consigliere Mimmo Bevacqua sul Fondo unico per l’occupazione e il credito

Il consigliere Mimmo Bevacqua sul Fondo unico per l’occupazione e il credito

domenico-bevacqua“L’economia calabrese ha bisogno di fiducia e nuovi impulsi. Lo ha capito bene  l’assessore Guccione, al quale va il mio plauso per l’istituzione del Fondo unico per l’occupazione e la crescita”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale Mimmo Bevacqua, commentando l’iniziativa del collega di partito presentata ieri a Catanzaro.
“E’ una misura di immediata fruibilità – ha detto Bevacqua – che inaugura processi virtuosi dei quali il tessuto produttivo   della nostra regione ha estremo bisogno. Immette nel mercato nuova liquidità, consente agli imprenditori di accedere al credito senza le garanzie capestro richieste dagli istituti bancari,  apre un rapporto diretto, imprenditore-ente pubblico eliminando l’intermediazione bancaria”.
“Quello del Fuoc – continua Bevacqua – è un procedimento più che opportuno perché i fondi erogati sono a tasso zero, ma da restituire: si infrange un altro circuito che nel passato si è rivelato molto vizioso, quello cioè dei contributi a fondo perduto. Il meccanismo della restituzione, invece,  responsabilizza gli imprenditori e ci da  rassicurazioni circa l’impiego del denaro. Non ultimo, in questo modo  il Fondo resta a disposizione dei produttori e di chi vuole realmente fare impresa”.
“E nella sfida di Guccione che sosteniamo e condividiamo appieno  – ha detto inoltre il rappresentante del Pd – intravediamo un altro percorso virtuoso, forse anche più importante degli altri, perché, per una volta infrange i meccanismi viziosi dell’economia e dell’accesso al denaro. La possibilità, cioè,  di valutare le richieste di credito non in base ai rigori delle fredde leggi della produzione e della finanza  è uno spiraglio importantissimo per ricostituire il tessuto dell’artigianato e quello della piccola e media impresa che annaspa e che, invece al contrario abbiamo il dovere di rivitalizzare perché è terreno fertile su cui può rinascere un’economia reale in Calabria”.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*