Home / Attualità / iGreco: grazie ad approccio Santelli, iniziano a sbloccarsi le lunghe file d’attesa. Parte contest fotografico

iGreco: grazie ad approccio Santelli, iniziano a sbloccarsi le lunghe file d’attesa. Parte contest fotografico

Promosso dal gruppo Facebook Il Senso della Calabria insieme a iGreco Ospedali Riuniti di Cosenza contest fotografico in programma da sabato 2 e fino a domenica 10 maggio

igrecoPositiva la gestione 2 impostata dalla Governatrice della Calabria Jole Santelli, ne è convinto Giancarlo Greco, responsabile de iGreco Ospedali Riuniti esprimendo soddisfazione per il fatto che, con la fase 2 partita ieri (lunedì 4 maggio), hanno iniziato finalmente a sbloccarsi le lunghe fila d’attesa per gli oltre 2 milioni di italiani che aspettavano ed aspettano di essere operati. “Una delle riflessioni che questi primi mesi di emergenza Covid-19 ci impongono è certamente quella, profonda, sulla sanità nazionale in generale. Con una consapevolezza: sulla Politica incombe adesso l’esigenza di rafforzare l’intero sistema col solo obiettivo, a differenza di quanto avvenuto negli ultimi decenni, di garantire per davvero il diritto alla salute di e per tutti. Analogamente, anche al Sacro Cuore di Cosenza, sono ripartite tutte le prestazioni e le specialistiche ambulatoriali sia per il settore accreditato (gratuito per i pazienti come negli ospedali pubblici) sia per quello privato: dalle visite e dagli interventi ginecologici a quelli oculistici, da quelli ortopedici a quelli di chirurgia generale e cardiologici, compresi tutti i tipi di ecografia, tutti i tipi di ecodopler, etc.

IL RIAVVIO DEI SERVIZI STA AVVENENDO NEL RISPETTO SCRUPOLOSO DI TUTTE LE PRESCRIZIONI

Precisando che alcune prestazioni, in particolare le specialistiche oculistiche e cardiologiche, sono ripartite già lo scorso 27 aprile, così come previsto dalle ordinanze regionali, Greco chiarisce che il riavvio delle attività e dei servizi nelle strutture sanitarie private sta avvenendo nel rispetto scrupoloso di tutte le prescrizioni di distanziamento sociale e con l’utilizzo di tutti i dispositivi di protezione individuale (DPI) previsti Governo e Regione a tutela della sicurezza degli operatori sanitari e dei pazienti. A tal fine abbiamo previsto – continua – accessi singoli e per orari determinati proprio per evitare ad esempio ogni forma di assembramento nelle sale d’attesa.

Dicendosi, infine, preoccupato soprattutto per gli arrivi attesi da altre regioni e nell’esprimere soddisfazione per l’approccio di fiducia e di sostegno all’esigenza di ripartenza in sicurezza del settore produttivo e commerciale preferito dalla Governatrice Santelli, il responsabile de iGreco Ospedali Riuniti coglie l’occasione sia per rinnovare i sentimenti di gratitudine a tutti gli operatori sanitari e non che fino ad oggi sono stati in prima fila in tutte le strutture sanitarie nazionali per gestire in corsia la pandemia; sia in particolare le strutture private accreditate regionali che, fatti salvi i contati casi circoscritti sui quali la magistratura farà luce, hanno complessivamente dimostrato – conclude Greco – di aver fatto tutto quanto necessario e senza alcun particolare problema”.

PROMOSSO CONTEST FOTOGRAFICO IL SENSO DELLA CALABRIA

Per ogni bambino che cadendo si è sbucciato un ginocchio; per ogni invito a riprovarci dopo un piccolo fallimento; per ogni amorevole insegnamento ricevuto anche dalle cose più banali come imparare ad allacciarsi le scarpe e rendersi autonomi; come un germoglio che rinasce dopo la siccità. La spinta a rialzarsi, da ché ne abbiamo memoria, è donna e si chiama madre. L’esempio di come coltivare atteggiamenti positivi, felici ed ottimisti, da applicare in tutti gli ambiti, in questa delicata fase della nostra vita, lo abbiamo a portata di mano, in casa, nella natura. È la mamma, colei che per definizione si occupa dei beni di famiglia e dell’economia domestica.

Trae ispirazione da questa istantanea che ereditiamo da millenni, valida ancor di più in questo momento di necessario ripensamento di abitudini ed approcci sociali, culturali, relazionali ed economici, il contest fotografico, battezzato non a caso Oikos (dal greco casa e da cui deriva anche la parola economia), promosso dal gruppo Facebook Il Senso della Calabria insieme a iGreco Ospedali Riuniti di Cosenza in programma da sabato 2 e fino a domenica 10 maggio, Festa della Mamma. L’obiettivo è quello di raccogliere, condividere e rilanciare messaggi per stimolare a ripartire con la forza delle mamme.

RIPORTIAMO AL CENTRO LA PERSONA E IL VALORE DELL’UMANITA’

Per ripensare la sfera della stessa quotidianità, il rispetto per l’ambiente, la forza dell’identità; per riportare al centro la persona ed il valore dell’umanità e dei sentimenti; per ripartire, superando progressivamente l’emergenza Covid-19, cambiando abitudini e concezioni e iniziando a misurare diversamente da come abbiamo fatto fino ad oggi tutto ciò che il Pil non misura. Una foto che vi ritrae con vostra madre o, viceversa, con vostro/a figlio/a, ma anche, nell’accezione più ampia del concetto, che parli della forza di madre natura, della terra e dei nostri territori che con noi devono ripartire. La foto postata sul Gruppo Il Senso della Calabria che riceverà più like sarà premiato con un cadeau speciale de iGreco Ospedali Riuniti, recapitato direttamente a casa.


Commenta

commenti