Home / Attualità / Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa dell’I.C. Rossano 1 occasione di “rete sociale”

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa dell’I.C. Rossano 1 occasione di “rete sociale”

RossanoSi è tenuto sabato 21 gennaio, presso l’Auditorium della Scuola Sec. di 1° grado “L. da Vinci” di Rossano Calabro, il primo incontro operativo tra la scuola ed il territorio per la realizzazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa dell’Istituto Comprensivo Rossano 1 che troverà la sua realizzazione nei prossimi tre anni scolastici.

Al centro dell’offerta formativa la scuola ha posto tre grandi progetti: “Storia della Calabria”, “Aiutare a Crescere” e “Analcolicamente” .

(presentati dalle docenti Tiziana Zangaro, Patrizia Straface, Maria Francesca Rapani e Rosa Maria Golluscio) attraverso cui intende porre le basi del percorso formativo dei bambini e degli adolescenti sapendo che esso proseguirà in tutte le fasi successive della vita.

L’incontro, coordinato dal dirigente scolastico Antonio F. Pistoia, ha visto la partecipazione dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Avv. Angela Stella, del Maresciallo Salvatore Seta in rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri del dott. Martino Rizzo.

Responsabile del Servizio Igiene e Medicina preventiva dell’Asp, della dott.ssa Carmelina Felicetti, rappresentante del Servizio di Neuropsichiatria Infantile dell’Asp e referente dello sportello AID di Rossano, dell’avv. Antonella Gialdino, Presidente della Camera Civile degli Avvocati del Foro di  Castrovillari, dell’avv. Graziella Algieri.

Presidente dell’Associazione Forense ANIEF del foro di Castrovillari, dell’ins. Dora Aversente, Presidente del Centro di Aiuto alla vita, del dott. Salvatore Aloisio, Presidente dell’Associazione Carpe Diem, della dott.ssa Maria Rosaria Bianco, presidente dell’ass. Maros in Teatro, dell’ing. Renato Loria.

I.C. ROSSANO 1 INCONTRO CON IL TERRITORIO

Presidente della Federazione Motociclistica Italiana –sede di Rossano-, del signor Antonio Guarasci, Presidente dell’Associazione ANTEAS, del signor Alfonso Sacchetti, referente della ludoteca Il Sasso nello Stagno, del prof. Giovanni Mulè, in rappresentanza delle Associazioni Migrantes e “Giovanni Paolo II”.

Della prof.ssa Francesca De Cunto dell’Associazione Ruskìa, della dott.ssa Cecilia Perri, quale rappresentante del Museo Diocesano, dell’ins. Evelina Viola, vice-presidente dell’Associazione Matite Colorate, dell’ins. Norella Puia rappresentante dell’ass.

Insieme, della signora Valeria Ierone, rappresentante della Rishilpi International, di Padre Gino dei Giuseppini del Murialdo e dell’Ass. Engim, della prof.ssa Margherita Carignola e del prof. Isidoro Esposito già docenti della Scuola Secondaria di 1° grado “L. da Vinci”.

Interesse verso l’iniziativa è stata espressa anche dall’associazione “Basta vittime sulla 106” tramite il presidente ing. Fabio Pugliese.

Durante l’incontro, il  dirigente scolastico ha evidenziato l’importanza del confronto tra scuola e territorio ritenendo prioritario il rapporto con gli enti locali e con le diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche  presenti nel tessuto sociale e chiedendo la fattiva collaborazione per creare una rete sociale da cui, ad oggi,  per il ruolo demandato alle istituzioni scolastiche, non si può prescindere.

Al termine dell’incontro è stata sottoscritta una dichiarazione di intenti tra la scuola e le parti sociali, che consentirà la realizzazione dei progetti illustrati e inseriti nel piano dell’offerta formativa, utilizzando le professionalità e le risorse presenti nel territorio.

Commenta

commenti