Home / Attualità / Guanto d’oro, gli 80 migliori pugili italiani a Rossano

Guanto d’oro, gli 80 migliori pugili italiani a Rossano

guanto d'oroSi è svolta questa mattina, 15 giugno, la conferenza stampa de il Guanto d’Oro, prestigioso evento sportivo di caratura nazionale. Una manifestazione di pugilato ad altissimo livello a cui Rossano tornerà a fare da suggestiva cornice. Confermando le potenzialità della Città del Codex, pronta ad ambire all’obiettivo di diventare location privilegiata per il pugilato ad alti livelli. Il ritorno non rappresenta soltanto una coincidenza. E’ in effetti la risultante, da una parte, di sensibilità e disponibilità ad ospitare, in modo convinto e adeguato, grandi eventi sportivi. E, dall’altra, di un impegno condiviso in squadra ed a vari livelli con la Federazione Italiana Pugilistica (FIP). Lo hanno ribadito sia Fausto SERO, delegato regionale della FPI CALABRIA. Sia il 18 volte campione mondiale Gianfranco ROSI.

 Il l trofeo A. Garofalo verrà ospitato da venerdì 30 giugno a domenica 2 luglio. All’incontro di presentazione nella Sala Giunta del Palazzo Municipale, coordinati da Lenin MONTESANTO, sono intervenuti anche il Sindaco Stefano MASCARO, il vicesindaco e assessore allo sport Aldo ZAGARESE e Fabrizio BALDANTONI consigliere federale della FIP. Che, portando il saluto alla Città del Presidente della FIP Vittorio LAI ha definito la disponibilità sin da subito offerta dall’Amministrazione Comunale una grande opportunità per la Federazione e per il pugilato. Il GUANTO D’ORO per la boxe – ha detto – è come la Coppa Italia per il calcio. A ROSSANO si confronteranno 80 pugili d’elite. I migliori 8 di tutte e 10 le categorie di peso di età tra 19 e i 24 anni. Tra i candidati a formare la squadra italiana per le Olimpiadi 2020.

GUANTO D’ORO, GRANDI BENEFICI PER GLI OPERATORI DI ROSSANO

E tra questi – è stato anticipato nel corso della conferenza stampa – vi saranno anche due pugili calabresi. I cui nominativi saranno ufficializzati nei prossimi giorni. Siamo grati a Fausto SERO – ha detto ZAGARESE – ed a quanti nella FIP hanno creduto e condiviso con noi una vera e propria sfida tra territori candidati in tutt’Italia. Il cui esito positivo non era affatto scontato. È un risultato straordinario. Che senza il contributo di tutti oggi non sarebbe stato possibile. ROSSANO ospiterà un altro grande evento sportivo che nel 2016 si è tenuto a GORIZIA. Così come è accaduto per tutti gli altri importanti eventi di altre discipline sportive che la Città del Codex sta ospitando dallo scorso maggio. Nell’ambito di un più ampio ed articolato programma di promozione del turismo sportivo.

E che fino ad oggi ha fatto registrare, in un periodo destagionalizzato, oltre 10 mila presenze tra atleti e famiglie. A tutto beneficio degli operatori commerciali ed economici di Rossano e dell’intero territorio. – Un valore aggiunto, quello della promozione del territorio attraverso un grande evento sportivo, sottolineato anche da SERO. Che ha definito intelligente la scelta dell’Esecutivo MASCARO di presentare nell’ambito di questa cornice ideale e di obiettivi condivisi l’intero programma di eventi sportivi. E, non da ultimo, la stessa battaglia nazionale, intrapresa confrontandosi con blasonate palestre nazionali, per ottenere il GUANTO D’ORO a Rossano. Una città che ha la forza, i mezzi, l’autorevolezza e le capacità per trascinare l’intero territorio. Che, solo con essa, potrà decollare.

LO SPORT ASSE PRINCIPALE DI RILANCIO

Sia SERO, ZAGARESE che MASCARO hanno inoltre ringraziato Salvatore CROPANISE,  delegato provinciale CSEN per la preziosa assistenza e collaborazione ribadite anche in questo importante evento sportivo. E ringraziamenti sono stati fatti anche per Nicola FLOTTA e Luigi MARINO. Entrambi partner dell’evento e presenti alla conferenza stampa. Il passaparola positivo – ha concluso MASCARO – è ciò che spesso manca alla Calabria in generale. soprattutto a causa della scarsa qualità dell’accoglienza turistica. Resta, questa, la vera sfida. Sulla quale dobbiamo tutti concentrarci anche e soprattutto in occasione di eventi sportivi di questa portata. Capaci di trasformare, così come è accaduto per Rossano in questi mesi, una località in una destinazione turistica privilegiata. E per di più in periodi diversi dalle ormai poche settimane estive.

Insieme alla cultura ed ai turismi, lo sport e quindi gli eventi sportivi – ha concluso il Sindaco – continuano a rappresentare assi principali. Sui quali continuare ad attivare ogni durevole occasione di rilancio dell’incoming e, quindi, dell’economia di questa città e del territorio.

Commenta

commenti