Home / Breaking News / La grande voglia di rinnovamento: ora ripartiamo

La grande voglia di rinnovamento: ora ripartiamo

palazzo-campanellaL’Eco dello Jonio”, nella voglia di rinnovamento del nuovo Presidente della Regione, ci crede davvero. Non a caso ne ha fatto un suo interlocutore privilegiato, al quale avanzare proposte e affidare quel progetto di “nuova politica” che bandisca i vecchi modi di fare.
Ebbene, quale migliore occasione dell’elezione di un nuovo governatore per organizzare un bel “repulisti”? Probabilmente è arrivato il momento di armarsi di ramazza per spazzare via il superfluo, per depurare gli ambienti dallo stantìo.
È giunta l’ora di spalancare portoni e finestre di Palazzo Campanella per far cambiare l’aria: la contingenza storica, in fondo, è quella giusta perché ci sono schiere di giovani volenterosi che pretendono di non essere lasciati a spasso, anzi chiedono a gran voce l’assegnazione di un ruolo finalmente da protagonisti.
In fondo, è proprio quello che si aspetta la gente, stanca della solita politica fatta solo di promesse elettorali, poi mai mantenute.
Il governatore che verrà, ci auguriamo, possa prendere in considerazione le nuove leve, e non perché nuovo è meglio, ma perché i giovani rappresentano il nostro futuro. Quelle menti fresche formatesi fuori regione, magari all’estero, pronte a riproporre ed importare modelli appresi altrove ma vincenti.
Ecco, in fondo, non auspichiamo altro che questo: ripulire per poi ripartire accelerando. Se la nuova classe politica che amministrerà la Regione nei prossimi cinque anni afferrerà questo concetto, allora avremo di che sperare, in positivo, ovvio.
Una impantanata Calabria fra crisi economica e di valori, ha bisogno della “meglio gioventù” per rialzare la testa, anche agli occhi di chi l’ha sempre denigrata.
Quella “meglio gioventù” che rischiamo di perdere per indolenza. Al governatore che sarà eletto ormai tra pochi giorni, quest’area chiede, insomma, una ripartenza. Con l’auspicio che sappia rispedire a casa voltagabbana, quei doppiogiochisti sempre pronti a saltare sul carro di una sinistra vincente, e i loro “clap clap”.

m. f.
s. t.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*