Home / Attualità / GoEnergy Volley, De Patto: «Prima la salute, poi la ripartenza»

GoEnergy Volley, De Patto: «Prima la salute, poi la ripartenza»

In questo momento di stop forzato, prevista per domani la consulta di Lega forse decisiva per le sorti della stagione, raccogliamo le sensazioni a largo raggio del direttore sportivo della Goenergy Corigliano Rossano, Pino De Patto.

«Non è un bel periodo per nessuno, l’incertezza su cosa accadrà domani mina le sicurezze di tutti, per quello che riguarda la pallavolo sottolineo che non giochiamo una gara dal 16 febbraio e dal 1° marzo con l’emergenza si è deciso di chiudere tutte le attività, nonostante si lavorasse in sicurezza, abbiamo scelto ovviamente la tutela della salute di tutti».

Dopo lo stupore iniziale come vi siete regolati: «Una volta sospese tutte le attività al palasport ci siamo subito rimboccati le maniche mettendo in campo una serie di attività a distanza per tenere impegnati tutti i giovani atleti compreso i più grandi che fanno parte della prima squadra, i miei collaboratori si stanno superando e stanno facendo un ottimo lavoro con decine di iniziative, spero di poter usufruire della loro collaborazione per il futuro».

Un meccanismo oliato, anche se in giorni così anche qualche sicurezza potrebbe venire meno: «Non è facile gestire momenti come questo, del resto non eravamo preparati ad una simile tragica situazione ed è difficilissimo pensare allo sport guardando le immagini ed ascoltando i bollettini quotidiani che parlano di contagi e morti, le priorità diventano altre».

Il punto su quanto accade in lega ed a livello nazionale tra i club. Ancora il d.s. :«Il consorzio delle Società di serie A, da subito si è attivato con una serie di riunioni in video conferenza per valutare il da farsi, man mano che il governo prendeva decisioni sulle restrizioni, con l’ultimo decreto il C.D.A. del Consorzio ha preso atto delle ulteriori difficoltà che lo stesso decreto pone in essere per il prosieguo della stagione, convocando tutte le associate per una definitiva decisione sul da farsi».

Qualche indiscrezione o sensazione sul futuro imminente: «Credo che la stagione sportiva 2019/2020 sia conclusa, tutti noi viviamo con la speranza che si possa tornare a fare sport e si ritorni alla normalità al più presto, il buon senso però ci porta a guardare avanti ed a valutare cosa ci riserverà il futuro, con la stagione conclusa ci sarà meno incertezza e ci si potrà concentrare e valutare la possibilità di continuare a lavorare facendo sport.

In questo momento lo sport ha bisogno di aiuto, il governo sta valutando interventi che dovrebbero permettere alle società di sopravvivere ad una crisi senza precedenti e credo che senza interventi  per le imprese , che sono il nostro motore, sarà molto difficile programmare nel breve un Campionato.

Mi auguro che la Società Corigliano Volley, possa resistere e dare continuità al lavoro svolto e dare un significato ai tanti sacrifici che tutti abbiamo fatto per ridare alla città un valore nazionale sportivo che rappresenta un volano di economia, oltre che sociale, sarebbe un messaggio positivo, di grande forza e coraggio per il nuovo inizio di una ripresa che immaginiamo fantastica».


Commenta

commenti